Autore: Chiara Ridolfi

Busta paga - Dipendente - Stipendio - Tassazione

30
Gen

Come calcolare il netto dal lordo per lo stipendio

Come si calcola il netto dallo stipendio? Ecco tutte le istruzioni per calcolare quanto si guadagna partendo dal lordo della busta paga.

Come si calcola il netto dal lordo della busta paga? Domanda che in molti si pongono soprattutto nel momento in cui si ottiene un primo impiego e si deve capire quale sarà il guadagno effettivo.
Il compenso della busta paga è infatti espresso con l’importo lordo e quindi con un importo al quale non sono ancora state sottratte le tasse.

Per capire quanto si percepirà di netto e quali saranno le tasse da pagare si devono effettuare dei conti. Di seguito vediamo quali sono i fattori da considerare, come calcolare il lordo e quali tasse sono applicate allo stipendio.

Differenze tra netto e lordo: definizione

Netto e lordo sono due elementi differenti che spesso vengono confusi tra di loro e per questo prima di vedere come si calcola il netto di una busta paga è bene fare chiarezza. Iniziamo quindi dando una definizione chiara di cosa siano:

  • Lordo: in economia si intende una somma a cui non sono state ancora applicate le tasse e le detrazioni che ciascuno deve pagare allo stato. Uno stipendio lordo indica sia quanto la persona riceverà per le spese personali che quanto dovrà versare per pagare le varie aliquote;
  • Netto: l’opposto del compenso lordo è il netto, ossia la cifra che alla fine si percepirà, da cui sono già state decurtate le tasse e le imposte che ciascuno deve pagare.

Nella busta paga di qualsiasi lavoratore si possono trovare entrambe le diciture, in modo da sapere qual è la propria retribuzione e quale invece l’importo che si percepirà al netto delle tasse.

Per approfondire leggi anche Calcolo IVA: ecco come effettuarlo

Come calcolare il netto dal lordo dello stipendio

Le tassazioni sul lavoro da reddito dipendente variano nel nostro paese in base alla regione in cui si lavora e alla propria situazione familiare. Per avere un calcolo netto del proprio compenso lordo si dovrebbero considerare le seguenti voci:

  • aliquota IRPEF media diversa in base all’importo annuo lordo del proprio stipendio;
  • detrazione IRPEF da lavoro dipendente o autonomo spettante in relazione al reddito annuo complessivo. Anche in questo caso il calcolo è progressivo;
  • aliquota applicata dalla cassa pensionistica di appartenenza. La tassazione varia in base alla cassa a cui si appartiene;
  • aliquote regionali, provinciali e comunali applicate in base al luogo in cui si risiede;
  • Bonus di 80€ che viene dato in base al reddito complessivo lordo della propria busta paga annuale;
  • per professionisti con partite IVA, le eventuali spese deducibili collegate allo svolgimento dell’attività.

Ogni voce varia in base al proprio contratto, al luogo in cui si lavora e al tipo di detrazioni a cui si ha diritto. Il lordo della busta paga varia quindi di caso in caso e dipende anche dall’inquadramento del dipendente e al tipo di contratto nazionale a cui è collegato.

Quando si uscirà da un colloquio di lavoro si dovrà quindi applicare una detrazione che va dal 20 al 40% e che aumenta con l’aumentare dello stipendio annuale percepito dal lavoratore.
Per coloro che sono possessori di partita IVA invece l’aliquota applicata sarà tra le più alte, dal momento che dovranno versar autonomamente i contributi per la pensione.

Calcolare il netto dal lordo nella busta paga: alcuni esempi di contratti

Sebbene le detrazioni variino in base al lavoratore e ad fattori, ci sono degli elementi che si devono tenere presenti. Ad esempio per un contratto di prestazione occasionale è molto semplice dal momento che sarà sufficiente togliere il 20% dalla retribuzione lorda.

Per la Partita IVA invece la questione varia in base alla tipologia che si ha e se si appartiene al regime forfettario. Per coloro che invece hanno un contratto di apprendistato o a tempo indeterminato si dovranno togliere il 9,19% del lordo per la quota INPS e la quota IRPEF in base allo scaglione a cui si appartiene.