Autore: Antonio Murante

Busta paga

Bonus 100 euro Naspi 2020, chi può richiederlo

Bonus Renzi del 2020

Il Bonus Naspi del 2020 Legge di Bilancio non è altro che il contributo di 100 euro che viene emesso direttamente in busta paga dall’ INPS chiamato anche taglio del cuneo fiscale.

Bonus 100 euro Naspi

Il Bonus Irpef 2020 che partirà da luglio, prevede per i redditi tra 8174 euro fino a 28000 euro un riconoscimento pari a 100 euro (bonus Renzi) grazie al taglio del cuneo fiscale in busta paga.

Per redditi compresi tra 28mila euro e 35mila euro, il bonus spettante sarà di 80 euro mensili.

Per un reddito compreso tra ai 3500 euro ed i 40000 euro il contributo verrà calcolato in maniera proporzionale cioè 80 euro, mentre si avrà un’azzeramento oltre i 40mila euro.

Tale contributo verrà accreditato direttamente sullo stipendio per tutti coloro che rientrano in una determinata fascia di reddito, mentre viene recuperato nel 730 da coloro che non hanno un sostituto d’imposta.

Il Bonus spetta a queste determinate categorie:

  1. Lavori disoccupati
  2. Lavori socialmente utili
  3. Lavoratori dipendenti
  4. Lavoratori a progetto e a tempo determinato
  5. Lavoratori in cassa integrazione
  6. Lavoratori che percettori della mobilità
  7. Sacerdoti
  8. Titolari di borse di studio o altre attività di addestramento professionale

Il Bonus 100 euro che verrà denominato in busta paga «trattamento integrativo della retribuzione», sarà pagato a partire dal 25 Giugno 2020, dai mesi di Luglio ed Agosto 2020 l’importo potrebbe variare ed essere addirittura superiore ai 100 euro previsti perchè la riforma del cuneo fiscale prevede un nuovo calcolo dei redditi.

Bisogna ricordare inoltre che chi riceve la disoccupazione Naspi non ha bisogno di inoltrare nessuna domanda per ricevere il Bonus 100 euroin quanto l’INPS va a riconoscere automaticamente il sostituto d’imposta ma che proprio grazie a questo ricalcolo può tardare il pagamento.

Mentre per i lavoratori il bonus verrà trovato direttamente in busta paga, per i lavoratori disoccupati è necessario accedere sul sito dell’INPS con le proprie credenziali e nella sezione Fascicolo Previdenziale del Cittadino nella sezione Prestazioni - Pagamenti troverà direttamente la visualizzazione del Bonus.

Il disoccupato che ne ha diritto e non lo percepisce sulla disoccupazione Naspi, ha la possibilità di recuperare gli arretrati del Bonus 100 euro nella dichiarazione dei redditi 730 oppure nel modello Unico Cud.