Autore: Danilo Raggiunti

Donne - Gossip - Facebook

24
Lug

Rita Pavone insultata su Facebook per una foto: “Non entrate più sulla mia pagina!”

Rita Pavone pubblica uno foto che fa infuriare gli utenti di facebook ma Gian Burrasca non ci sta e contrattacca: “Detesto gli ipocriti! Non entrate più sulla mia pagina!”

Rita Pavone non è una che le manda a dire, tutt’altro! La proverbiale energia di Pel di Carota non si esprime soltanto attraverso la musica e la grande professionalità ma anche a suon di post su facebook.
La cantante infatti è molto attiva sul social network e intrattiene un caloroso e diretto rapporto con i fan ai quali risponde spesso e volentieri.

Purtroppo però stavolta non è andata troppo bene visto che, per colpa di una foto non proprio politicamente corretta, Rita Pavone è stata attaccata da molti utenti di facebook scatenando l’irritazione della cantante icona degli anni Sessanta.

Rita Pavone contro tutti: “Non entrate più sulla mia pagina!”

È successo che sabato scorso Rita Pavone, in vacanza al mare, abbia pensato di fare una goliardata pubblicando sulla propria pagina facebook la foto di un fondoschiena piuttosto abbondante di un’anonima signora.


Purtroppo la trovata di Gian Burrasca non è piaciuta ad alcuni utenti del popolo di Facebook e così invece che suscitare ilarità, come era sicuramente nelle intenzioni della cantante, Rita Pavone si è ritrovata ad essere coperta di insulti.



Ovviamente la povera Rita Pavone non si aspettava una simile reazione ma non si è persa d’animo e poche ore dopo la foto incriminata è comparso questo post in cui il proverbiale carattere battagliero della “Zanzara” è uscito fuori.


C’è da dire, in effetti, che nell’epoca in cui viviamo dove l’apparenza e i canoni estetici sono i diktat imprescindibili cui conformarsi pena l’esclusione dalla società, uno scatto ad un didietro un po’ sovrabbondante non è la mossa più azzeccata. Soprattutto se fatto da un personaggio pubblico e noto come è Rita Pavone.

Bisogna però anche ammettere che il tenore dei commenti in difesa dell’anonima signora suo malgrado protagonista dello scatto esulano un bel po’ dalla presunta offesa arrecata dallo scatto stesso.

Definire una signora di quasi 72 anni una che ha “la faccia da schifo” è uno “zinzino” più offensivo di una foto di cattivo gusto. Tanto più se consideriamo l’autoironia che ha sempre contraddistinto il personaggio Pavone da sempre considerata (a torto) bruttina, bassina, poco femminile.

Siamo alle solite: i social danno la stura e la voce ai sentimenti più abbietti e biechi dell’essere umano e, spesso, a farne le spese sono i personaggi pubblici.

Forse Rita ha solo bisogno di un social media manager che la aiuti a districarsi nei meandri insidiosi della rete e che non la faccia incappare nella temibile orda dei leoni da tastiera.