Santo di oggi: il 20 maggio ricorre San Bernardino da Siena

Santo del giorno 20 maggio: conosciamo storia e culto di San Bernardino da Siena, e gli altri santi che ricorrono oggi.

Il santo del giorno è una ricorrenza che interessa chi non può consultare il calendario e chi è interessato all’onomastico. Inoltre proprio perché alcuni calendari riportano soltanto il santo di oggi principale, e quindi San Bernardino da Siena, nell’articolo elenchiamo anche gli altri santi di oggi.

Il 20 maggio ricorre San Bernardino da Siena, sacerdote e teologo italiano dell’Ordine dei Frati minori che evangelizzò i popoli d’Italia con molta preghiera. Il santo di oggi determina quindi un onomastico legato a un nome molto raro e per scoprire a chi altro fare gli auguri oggi, ci sono tanti altri personaggi religiosi che ricorrono il 20 maggio.

La curiosità su San Bernardino è che ha trovato la morte all’Aquila, dove anche il santo di ieri, San Celestino V, fu sepolto. Conosciamo allora storia e culto del santo di oggi.

Santo del giorno, 20 maggio: San Bernardino da Siena

Bernardino degli Albizzeschi nacque a Massa Marittima nel 1380 da nobile famiglia. Rimase presto orfano dei genitori e fu cresciuto a Siena da due zie molto religiose. Frequentò lo Studio senese fino a ventidue anni, quando vestì l’abito francescano e si fece uno dei principali propugnatori della riforma dei francescani osservanti.

Nelle sue prediche fu pressante l’invito alla devozione di Gesù, tanto che si ritiene l’artefice del Cristogramma JHS entrato poi nell’uso iconografico comune. La tradizione vuole che ai fedeli che assistevano alle sue prediche venissero fatte baciare delle tavolette in legno con su inciso il monogramma JHS.

Non smise mai di evangelizzare, e nel 1444, pur essendo molto malato, accettò l’invito del vescovo Amico Agnifili a L’Aquila, per tentare di riconciliare due fazioni che in città si affrontavano apertamente. Morì il 20 maggio proprio all’Aquila e la tradizione vuole che la bara continuò a gocciolare sangue fino a quando le due fazioni non si furono riappacificate.

Fu canonizzato nel 1450 per opera di papa Niccolò V e il suo ricordo combacia con la data della morte, nell’iconografia gli è attribuita la tavola con il Cristogramma IHS e il libro, ed è patrono di tantissimi comuni sopratutto in Italia. Inoltre San Bernardino da Siena è patrono dei pubblicitari, degli ammalati ai polmoni, dei pugili e delle preghiere.

Gli altri santi del 20 maggio

Oggi, oltre a San Bernardino da Siena, si ricordano anche Sant’Anastasio di Brescia
Vescovo; Sant’Arcangelo Tadini, Parroco; Santa Aurea di Ostia, Martire; Sant’Austregesilio di Bourges, Vescovo; San Baudelio di Nimes, Martire; Beata Colomba da Rieti, Vergine; San Guido della Gherardesca, Confessore; Sant’Ilario di Tolosa, Vescovo; Santa Lidia di Tiatira; San Lucifero di Cagliari, Vescovo; San Protasio Chong Kuk-bo, Martire; San Talaleo (Talleleo), Martire; San Teodoro di Pavia
Vescovo e confessore.