Santo del giorno, 5 luglio: Sant’Antonio Maria Zaccaria

Il santo del giorno è Sant’Antonio Maria Zaccaria: vediamo quali sono gli altri santi di oggi, 5 luglio e di chi è l’onomastico.

Il santo del giorno è Sant’Antonio Maria Zaccaria, fondatore di ben tre congregazioni religiose, una maschile, una femminile e una laica, per portare i valori cristiani a tutti.

Sant’Antonio Maria Zaccaria determina anche l’onomastico di oggi, 5 luglio, per chi si chiama Antonio o Zaccaria, anche se ci sono altri santi che ricorrono in questa giornata: Sant’Atanasio di Gerusalemme, Sant’Atanasio l’Atonita, Santa Ciprilla di Cirene, San Domezio il Medico, Santa Filomena, Beati Giorgio Nichols, Riccardo Yaxley, Tommaso Belson e Humphred Pritchard, Santa Marta
Madre di San Simeone Stilita il Giovane, Beati Matteo Lambert, Roberto Meyler, Edoardo Cheevers e Patrizio Cavanagh, Sante Teresa Chen Jinxie e Rosa Chen Aixie.

Santo del giorno, 5 luglio: Sant’Antonio Maria Zaccaria

Antonio Maria Zaccaria nacque a Cremona nel 1502 da una famiglia della antica nobiltà cremonese. Rimase orfano di padre, don Lazzaro, fu educato dalla madre, Antonietta Pescaroli, e diventato grande andò a studiare a Padova rinunciando a tutti i beni della sua famiglia.

Divenne medico e tornò a Cremona nel 1524, ma non iniziò la professione e intraprese il cammino spirituale. Nel 1533 fondò la Congregazione dei Chierici Regolari di San Paolo, conosciuti spesso come Barnabiti, dato che la loro prima sede fu nella Chiesa milanese di S. Barnaba.

Nel 1535, fondò insieme alla contessa Ludovica Torelli di Guastalla, la Congrecazione delle suore Angeliche di Paolo converso, e infine anche il terzo collegio dei Maritati di san Paolo. Sant’Antonio Maria Zaccaria fondò così tre congregazioni, la prima maschile, la seconda femminile e la terza laica.

Il santo morì a Cremona il 5 luglio 1539, dove si svolsero i funerali. Il corpo fu poi portato a Milano nel monastero di San Paolo delle Angeliche, ma nel 1891 le sue reliquie furono spostate nella chiesa di San Barnaba.

Fu subito beato, e nel 1897 fu canonizzato da Leone XIII. A Sant’Antonio Maria Zaccaria sono intitolate tre chiese parrocchiali italiane a Milano, Lissone e Cremona.