Santo del giorno, 29 aprile: storia della patrona d’Italia

Il santo di oggi ha un ruolo molto importante: Santa Caterina da Siena è infatti patrona d’Italia. Vediamo la sua storia e scopriamo di chi altro è oggi l’onomastico.

Il santo del giorno 29 aprile è tra i più importanti per il nostro Paese. Infatti, oggi ricorre Santa Caterina da Siena, la religiosa che condivide insieme a San Francesco d’Assisi il ruolo di patrona d’Italia.

Per tutte le persone che si chiamano Caterina, oggi è la giornata del proprio onomastico, grazie ad un nome così pieno di valore per chi osserva le ricorrenze religiose. Infatti la santa del giorno è l’esempio della fede e della perseveranza, davanti a cui nulla poterono le ferree regole del tempo in cui visse.

Il santo di oggi affonda le proprie radici nel medioevo, quando le fanciulle erano date in spose giovanissime e per le quali l’unica alternativa era la vita monacale. Anche per entrare in convento, però, occorreva una dote di cui la famiglia Benincasa di Siena non disponeva. L’ordine scelto da Caterina le impedì poi di prendere i voti salvo poi ripensarci in seguito alla malattia della giovanissima.

Vediamo quindi la storia del santo del giorno, Santa Caterina da Siena, e ricordiamo brevemente tutti i santi che ricorrono oggi, 29 aprile.

Santo del giorno: storia e culto di Santa Caterina da Siena, patrona d’Italia

Santa Caterina da Siena fu vergine e dottore della Chiesa, che prese i voti con le Suore della Penitenza di San Domenico, e si batté con forza e senza sosta per la pace, per il ritorno del Romano Pontefice nell’Urbe e per l’unità della Chiesa.

La sua vita fu molto travagliata: nacque nel 1347 a Siena, nel rione di Fontebranda, nella Contrada dell’Oca, penultima di venticinque figli. A 12 anni, i genitori la promisero in sposa ma lei si rifiutò in quanto votata a Dio. A 16 anni il padre decise di assecondare la sua volontà di diventare suora, ma l’ordine da lei scelto la rifiutò in quanto troppo giovane secondo la loro regola. A Caterina venne una malattia che rovinò il suo viso facendola sembrare più anziana. Le suore compresero il suo amore per Dio e la accettarono nel convento.

Le guarì la malattia subito dopo e imparò a leggere e scrivere, grazie alle persone illustri che la venivano a trovare. Andò anche ad Avignone, e poi a Roma, per riunire la Chiesa. A Roma però si ammalò e morì a soli 33 anni.

Fu canonizzata nel 1461 dal papa senese Pio II e soltanto nel 1939 è stata dichiarata da Pio XII patrona d’Italia insieme a Francesco d’Assisi.

Santa Caterina da Siena è patrona d’Italia, d’Europa, delle infermiere, e viene invocata contro la peste e per una buona morte.

Nell’iconografia tradizionale, viene raffigurata con abito domenicano, giglio bianco, giglio di Santa Caterina, anello, stimmate, la croce, il libro, e il cuore.

Santo del giorno, 29 aprile: gli altri santi di oggi

Nel giorno di oggi, 29 aprile, vengono ricordati anche altri santi: Sant’Acardo Abate, Sant’ Antonio Kim Song-u Catechista e martire, San Severo di Napoli Vescovo, San Tichico, San Torpete Martire e Sant’ Ugo di Cluny Abate.