Santo del giorno, 17 maggio: San Pasquale Baylon

Quale santo ricorre oggi, 17 maggio? Storia e culto di San Pasquale Baylon e degli altri santi del giorno.

Il santo del giorno 17 maggio è San Pasquale Baylon, un personaggio religioso spagnolo dell’Ordine dei Frati Minori Alcantarini, che ha vissuto nel Cinquecento ed è stato poi proclamato santo da papa Alessandro VIII. Scopriamo quindi la storia e il culto di questo santo molto venerato in Spagna.

Chiaramente il santo di oggi è anche indicativo per l’onomastico di chi si chiama Pasquale, anche se esistono altre otto date in cui si può festeggiare. Per chi osserva queste ricorrenze, è una buona occasione per fare gli auguri o comunque dedicare un pensiero a persone che in un modo o nell’altro sono legate al santo del giorno.

Tuttavia, nella giornata del 17 maggio, oltre San Pasquale Baylon ricorrono anche altre personalità religiose che vengono ricordate dalla Chiesa, e in questo articolo riportiamo quali sono.

Santo del giorno, 17 maggio: storia e culto di San Pasquale Baylon

Pasquale Baylón Yubero è nato il 16 maggio 1540 a Torrehermosa il giorno di Pentecoste, da una famiglia umile. Da giovanissimo fu allevatore di pecore anche se sin da piccolo manifestò la sua vocazione passando le ore del pascolo a pregare e meditare. Imparò così a leggere da autodidatta, proprio sui libri di preghiere.

A diciotto anni chiese l’ammissione al noviziato nel convento di Santa Maria di Loreto, presso la congregazione dei Frati Minori aderenti alla riforma di san Pietro d’Alcantara, e riuscì ad essere ammesso due anni dopo, rifiutando l’offerta di prendere in eredità un vasto allevamento.

Per tutta la vita lottò per contrastare le eresie e difendere l’eucarestia, viaggiando anche nella Francia calvinista. Morì all’età di 52 anni, sempre il giorno di Pentecoste, nel convento del Rosario a Villarreal, anche per le frequenti mortificazioni corporali alle quali si sottoponeva.

Pasquale divenne beato il 29 ottobre 1618 grazie a papa Paolo V, e fu poi canonizzato nel 1690 da papa Alessandro VIII. La Chiesa lo ricorda il 17 maggio, il giorno della sua morte. Nel 1897, infine, papa Leone XIII lo proclamò patrono delle opere eucaristiche e dei congressi eucaristici.

Ad oggi, le sue spoglie, sono tornate a Villarreal presso il santuario dedicato al santo dove erano state collocate inizialmente prima di essere profanate e andare disperse durante la guerra civile spagnola.

Un fatto curioso, che molti non sanno, è che il santo di oggi viene considerato protettore di cuochi e pasticcieri perché, secondo una leggenda, sarebbe l’inventore dello zabaione. Il culto di San Pasquale è anche molto diffuso a Napoli, in seguito alla dominazione spagnola.

Gli altri santi del 17 maggio

Oltre a San Pasquale Baylon, oggi ricorrono anche Sant’Adrione Martire; Beata Antonia Mesina, Martire della purezza; Santi Eraclio e Paolo, Martiri; Beato Giovanni (Ivan) Ziatyk, Sacerdote e martire; San Pietro Liu Wenyuan, Martire; Santa Restituta
Madre di S. Eusebio di Vercelli.