Autore: Teresa Maddonni

Omicidio - Messico - Stati Uniti

8
Nov

Strage di mormoni in Messico, ecco chi sono le vittime

Nove mormoni uccisi in Messico in una strage molto probabilmente a opera dei cartelli della droga che controllano la zona. Intanto una persona è stata arrestata. Ma chi sono le vittime della strage?

Una strage di mormoni in Messico: nove persone tra donne e bambini, uccisi e arsi vivi nelle loro macchine a opera molto probabilmente dei narcos. Una vera tragedia, per non dire carneficina che si è consumata nella notte di lunedì 4 novembre.

A perdere la vita un’intera famiglia, vittima di quella che sembrerebbe a tutti gli effetti un’imboscata.

In attesa di avere maggiori dettagli sulle dinamiche e il movente, non si sa se il pluriomicidio sia frutto in realtà di un errore, la CNN online fa sapere che è stata arrestata una persona al momento indagata per la strage.

L’identità della persona catturata ancora non è stata resa nota, ma l’Agenzia ministeriale per le indagini penali (Amic) ha fatto sapere che l’individuo aveva con sé due ostaggi legati e imbavagliati nelle colline di Agua Priests, nello Stato di Sonora. Ma chi sono le vittime del massacro?

Strage di mormoni in Messico: ecco chi sono le vittime della carneficina

Una strage di mormoni in Messico che coinvolge un’intera famiglia. Le vittime della carneficina sono tre donne e ben sei bambini. Questi viaggiavano a bordo di tre auto al confine tra Usa e Messico e si dirigevano da Bavispe, nello stato di Sonora, verso La Mora nel vicino Stato di Chihuahuatra, quando sono stati raggiunti da una raffica di proiettili e arsi vivi.

In un’auto sono morti due gemellini di 6 mesi, legati ai seggiolini e bruciati vivi insieme alla madre. Con questi anche il fratello di 11 anni e una sorella più piccola di 9.

In un’altra auto hanno perso la vita due donne e due fratellini di 6 e 4 anni. Stando a quanto hanno raccontato i sopravvissuti uno dei bambini sarebbe stato falciato da un’auto mentre cercava di scappare.

Cinque o sei bambini invece, ancora non si hanno notizie certe in merito, sarebbero scampati alla furia cieca omicida nascondendosi tra la vegetazione.

Questi tutti, sono i membri della famiglia LeBarón, mormoni americani che vivono in Messico dagli anni Quaranta.

Non si sa bene se l’omicidio sia stato compiuto intenzionalmente o se effettivamente sia avvenuto nell’ambito di uno scontro a fuoco tra cartelli della droga e dunque dovuto a un errore.

Da sempre in lotta: chi sono i LeBarón, i mormoni morti nella strage

I mormoni morti nella strage in Messico sono i membri della famiglia LeBarón, in passato in lotta contro i cartelli della droga.

La famiglia vive dagli anni Quaranta del ’900 in Messico, ma alcuni anche nel Nord Dakota. Sono stati proprio questi ultimi a diffondere il video del veicolo carbonizzato.

Non è la prima volta dunque che la famiglia LeBarón si trova a fronteggiare e ad essere vittima dei cartelli della droga in Messico, ecco perché tutto fa pensare a un’imboscata rivolta esplicitamente ai mormoni.

È di una decina di anni fa infatti il rapimento e l’omicidio di altri due membri della famiglia LeBarón che avevano affrontato i narcos che controllavano la zona in cui vivevano, nelle terre di confine al sud dell’Arizona.

Oggi questa strage in cui a perdere la vita c’è, tra gli altri, Rhonita Miller LeBarón, madre dei due gemellini di sei mesi. Rhonita stava per andare a Phoenix, lì avrebbe raggiunto il marito per festeggiare l’anniversario di nozze, ma non è mai arrivata a destinazione.