Settimana sulla Salute della Donna, visite gratuite presso gli ospedali: tutte le info utili

Dal 18 al 24 aprile per la Settimana sulla Salute della Donna, in molti ospedali sarà possibile effettuare visite e consultazioni gratuite: tutte le informazioni utili.

In occasione del 22 aprile, Giornata nazionale della Salute della Donna, dal 18 al 24 aprile si terrà un’intera Settimana sulla Salute della Donna. In tutta Italia per le donne sarà possibile usufruire gratuitamente di molti servizi clinici.

I servizi offerti dagli ospedali italiani aderenti, rivolti a tutte le donne, riguarderanno diversi ambiti clinici, da quello psichiatrico con visite e consultazioni inerenti i problemi alimentari, la depressione post parto o le crisi di ansia e panico, a quello prettamente fisico con visite di senologia, ginecologia, diabetologia ed endocrinologia.

Dal 18 al 24 aprile attraverso il portale di Bollini Rosasarà possibile effettuare la visita desiderata, previo prenotazione, presso la struttura selezionata: sul sito si possono conoscere le strutture aderenti e le offerte disponibili. Selezionando la regione, la città e la provincia sarà possibile conoscere i servizi messi a disposizione da ogni singolo ospedale.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero verde 080 3608568 oppure scrivere un’email a eventi@bollinirosa.it.

Lo scopo della Settimana sulla Salute della Donna è quello di promuovere l’informazione circa la prevenzione e la cura delle patologie prettamente femminili: diffondere e sottolineare l’importanza del controllo mettendo a disposizione servizi informativi, clinici e diagnostici in tredici diverse aree specialistiche.

Settimana sulla Salute della Donna: l’importanza della prevenzione

La Settimana sulla Salute della Donna vuole porre l’accento soprattutto sull’importanza della prevenzione dal momento che nelle principali patologie che coinvolgono la donna, la fase iniziale è quella che spesso può fare la differenza. Nel caso del tumore al seno, che in Italia coinvolge ogni anno 48.000, se si interviene nelle fasi iniziali in modo adeguato le possibilità di sopravvivenza possono arrivare anche al 98%. Prima si diagnostica, più sono le speranza di guarire: la prevenzione è la miglior terapia.

Il servizio è gratuito e si rivolge a tutte le donne, escluse quelle che hanno usufruito delle visite già lo scorso anno. L’iniziativa, nata dieci anni fa, coinvolge gli ospedali dediti a “specialità cliniche di interesse per la popolazione femminile” accreditati al Servizio Sanitario nazionale.

I Bollini Rosa sono un riconoscimento per quegli ospedali che si prendono cura delle donne, riconoscimento attribuito agli ospedali dall’Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda) proprio perché invitano alla prevenzione e alla cura delle principali patologie femminili, mettendo a disposizione le loro strutture. Il portale di Bollini Rosa ad oggi annovera 248 ospedali sparsi in tutta Italia e dà ogni anno la possibilità alle strutture di aderire all’iniziativa e alla fitta rete.

A tal proposito la presidente di Onda Francesca Merzagora spiega:

“le donne sono le maggiori utilizzatrici del Sistema Sanitario Nazionale, vivono più a lungo degli uomini, ma si ammalano di più e consumano più farmaci. Con i Bollini Rosa, Onda promuove un approccio di genere nell’erogazione dei servizi sanitari, inoltre consente di individuare, collegare e premiare le strutture che offrono servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali patologie femminili”.

A Roma gli ospedali che apriranno le loro porte gratuitamente sono dieci:

  • l’azienda ospedaliera San Camillo Forlanini;
  • il Sant’Andrea;
  • la Casa di Cura Città di Roma;
  • il Centro per la Salute della Donna S.Anna;
  • la Fondazione Policlinico Tor Vergata;
  • lo Spallanzani Irccs;
  • il San Dilippo Neri;
  • il Santo Spirito;
  • il Policlinico Umberto I;
  • il Policlinico Universitario A. Gemelli.