Sanremo 2021: il riassunto della prima serata. Ospiti, esibizioni e classifica cantanti

Sanremo 2021: il riassunto della prima serata. Ospiti, esibizioni e classifica cantanti

Il Festival di Sanremo 2021 si apre con la prima delle cinque serate. Ecco tutto quello che è successo durante la kermesse musicale.

La prima delle 5 serate del Festival di Sanremo 2021 apre la 71esima edizione della kermesse musicale. Oltre alla conduzione di Fiorello e Amadeus, le presenze di Zlatan Ibrahimovic e Achille Lauro hanno accompagnato la serata. Ogni appuntamento conterà la presenza delle co-conduttrici: nella prima sera hanno presenziato Loredana Bertè e Matilda De Angelis.

Ad aprire la serata dei campioni è Diodato con Fai Rumore, ovvero il brano vincitore della scorsa edizione. 26 saranno i brani inediti in questo Festival: di seguito la scaletta dei primi artisti che parteciperanno al primo appuntamento del 2 marzo.

I primi 13 big della serata:

  • Arisa - «Potevi fare di più»
  • Colapesce e Dimartino - «Musica leggerissima»
  • Aiello - «Ora»
  • Francesca Michielin e Fedez - «Chiamami per nome»
  • Max Gazzè e Trifluoperazina Monstery Band - «Il farmacista»
  • Noemi con «Glicine»
  • Madame - «Voce»
  • Maneskin - «Zitti e buoni»
  • Ghemon - «Momento perfetto»
  • Coma_Cose - «Fiamme negli occhi»
  • Annalisa - «Dieci»
  • Francesco Renga - «Quando trovo te»
  • Fasma - «Parlami»

Le 4 Nuove Proposte:

  • Gaudiano - «Polvere da sparo»
  • Elena Faggi - «Che ne so»
  • Avincola - «Goal!»
  • Folcast - «Scopriti»

Inizia il Festival di Sanremo 2021: nuove proposte

Amadeus irrompe sul palco con un discorso di benvenuto, subito dopo la pazza esibizione di Fiorello, che canta un po’ alla Achille Lauro, aprendo così la prima serata del Festival. Dopo un inizio tra una battuta e l’altra iniziano le nuove proposte di quest’anno.

Guadiano si esibisce con «Polvere da sparo»: testo romantico, accompagnato da archi e dall’aria spagnoleggiante. Guadiano costruisce il suo «personaggio», ma la canzone non eccelle per originalità, provandoci con un testo molto classico.

Elena Faggi si esibisce con «Che ne so», alla direzione d’orchestra il maestro Beppe Vessicchio. L’esibizione è «colorata» tanto quanto la giovanissima cantante, ma anche qui, il testo non si caratterizza per complessità: spensierata, giovane e contestualizzata al target di pubblico a cui è riferito.

Avincola sale sul palco con «Goal», una giovane e fresca esibizione, che come le precedenti, però , spicca più come immagine che per complessità testuale e musicale. Baffi

Folcast chiude le nuove proposte con «Scopriti». Una canzone che conquista, non particolarmente impegnata, ma leggera e malinconica.

Si arriva il televoto dei due artisti che continueranno la gara Venerdi 5 marzo. Passano Folcast e Guadiano

Gara dei campioni

Prima di accogliere sul palco Diodato, Amadeus e Fiorello si esibiscono in uno spettacolo di luci e colori con una canzone inedita per aprire la serata dei Big. L’ultimo vincitore del Festival di Sanremo 2020 si esibisce con «Fai Rumore», esibizione toccante, magistrale, unica e nostalgica.

L’ultimo Festival prima del devastante lockdown rivive nelle note di speranza di Diodato. Dopo «Fai rumore», arriva Arisa con «Potevi fare di più»: gran pezzo canoro, dove la cantante da il meglio di sé. Musicalmente e nell’insieme una melodia davvero toccante, che non spicca testualmente, ma prevale nell’esibizione totale.

Colapesce e Di Martino cantano «Musica leggerissima»: testo unico con una sua identità, musicalmente accompagnato da un’orchestra pop, che descrive perfettamente il «mood» della canzone.

Dopo il siparietto con Ibrahimovich, un po’ trash ma divertente, tocca al terzo concorrente della serata: debutta al Festival il giovane Aiello con «Ora». Emozione e struggimento; il cantante domina il palco con le urla, tanto quanto le parole del testo. Tocca a Francesca Michielin e Fedez con «Chiamami per nome»: dominano il palco con una canzone fatta per tutti.

Loredana Berté sale sul palco e canta i pezzi che hanno raccontato la sua grande carriera. Alla fine si esibisce con «Figlia di», il nuovo e inedito brano completamente inaspettato e in anteprima al Festival. Il brano si distingue totalmente dai classici rock della cantante: con un playback non proprio centrato a pieno, il brano sembra proprio rivolto ad un pubblico più giovane.

Si esibisce Max Gazzè con un palco davvero particolare: ecco la sua band di carta, la Trifluoperazina Monstery Band. Gazzé è un marchio di fabbrica, infatti, anche in questa edizione del Festival rimane lo stesso irriverente, artistico e performativo cantastorie di sempre.

Segue la bellissima Noemi con «Glicine», che dopo anni che non calcava la scena di Sanremo ritorna in grande stile. Grande ritorno, anche se il pezzo che non spicca di originalità.

Achille Lauro trasforma il palco con la sua particolare esibizione. Tra brillanti vestiti e lacrime di sangue, canta la nuova canzone «Solo noi». Il glam rock è performance sul palco dell’Ariston.

Madame debutta al Festival di Sanremo con Voce, 19 anni e tanta energia. Poi i Maneskin che salgono sul palco con «Zitti e buoni». Carica esibizione rockeggiante, degna delle ultime produzioni della band. Con un look alla Achille Lauro, rievocano quell’immagini del rock punk passato. Buona esibizione, buon testo.

Ghemon porta l’inedito «Momento perfetto», ma questa volta cambia totalmente approccio. Niente rap, niente rose, ma solo un calmo e violacea melodia dai tratti pop.

Tocca ai Coma_Cose che con un rosso sgargiante cantano «Fiamme negli occhi». Un gioco di sguardi e amore, con un testo leggero e semplice. I cantanti si guardano costantemente, senza perdere il loro punto di vista. Un canzone che si accompagna con gli occhi.

Battute finali: ultimi tre cantanti e classifica provvisorio

Annalisa canta «Dieci». Artista che si è formata sul palco dell’Ariston, ritorna di nuovo pezzo sull’amore romantico, e quello perso ormai dimenticato. Niente da dire, la sua bella presenza riempie il palco, meno la canzone che non spicca il volo. Poi Diodato ritorna sul palco per cantare altri pezzi noti al grande pubblico. Infine, si esibiscono Francesco Renga con «Quando trovo te» e Fasma con «Parlami».

Ecco la classifica provvisoria della giuria demoscopica:

  • 13) Aiello
  • 12) Ghemon
  • 11) Madame
  • 10) Coma_Cose
  • 9) Colapesce DiMartino
  • 8) Max Gazzè
  • 7) Maneskin
  • 6) Arisa
  • 5) Francesco Renga
  • 4) Francesca Michielin e Fedez
  • 3) Fasma
  • 2) Noemi
  • 1) Annalisa