Sandra Milo importunata sui social: «Ricevo materiale pornografico»

Sandra Milo importunata sui social: «Ricevo materiale pornografico»

Sandra Milo è una furia. Attraverso il suo profilo Instagram ha rivelato che riceve spesso materiale pornografico e ha ammesso che non è disposta ad accettare una simile violenza.

Sandra Milo ha pubblicato sul suo profilo Instagram un lungo sfogo. L’attrice, 87 candeline all’attivo, ha confessato che riceve spesso materiale pornografico e non è più disposta ad accettare una simile violenza.

Sandra Milo riceve materiale pornografico

Ottantasette anni e non sentirli: questa è Sandra Milo. Da sempre molto attiva anche sui social, l’attrice ha pubblicato nelle ultime ore un duro sfogo. Stando a quanto ha raccontato, molti maschietti le fanno proposte oscene e le inviano materiale pornografico.

Per Sandra si tratta di una vera e propria forma di violenza, che lei non è disposta ad accettare. Non solo, ha ribadito che, a qualsiasi età, la donna deve essere libera di esprimere la sua femminilità senza temere il giudizio degli altri.

Ha scritto: "Non sono interessata a conoscere uomini né qui né nella vita reale, al di là dello scambio amichevole che ho con i miei follower. (...) Spesso mi tocca visualizzare foto di membri maschili. La mia espressione sbigottita è parimenti a quella di questo primate del regno animale. Anche noi umani siamo primati, ma spesso ce lo scordiamo… Robe da matti. (...) Ricordo ad alcuni di voi che siamo su Instagram e non su Meetic o un altro sito di incontri".

La Milo è agguerrita e ha pubblicato anche gli screenshot dei messaggi che riceve da alcuni maschietti.

Sandra Milo: la libertà di essere donna

Sandra, proprio negli ultimi giorni, ha posato semi nuda per la copertina del magazine Flewid. Così facendo, la Milo ha voluto dimostrare cosa significa sentirsi libera di essere donna a qualsiasi età. Un messaggio positivo, soprattutto per quante si trovano a vivere male il terzo tempo della vita. Nonostante la forma smagliante, l’attrice ha ricevuto "insinuazioni, offese e commenti maligni".

Come risponde agli haters? Il suo discorso dovrebbe essere preso come esempio e ripetuto come un mantra:

"Il corpo delle donne è delle donne e ne fanno l’uso che vogliono. Non sono nuda, si vedono solo un paio di gambe (molto meno di ciò a cui si assiste in spiaggia d’estate o sui social in cui uomini e donne sono quasi completamente nudi) e nessun uomo deve sentirsi autorizzato a spingersi oltre se una donna non dimostra di gradire le sue attenzioni. E per sua informazione sono mesi e mesi che ricevo proposte oscene e materiale pornografico, ancor prima di queste foto artistiche. E posso dimostrarteli visto che alcuni maniaci si sono spinti persino a inviare formale richiesta a mia figlia via mail per invitarmi a cena con seguito annesso come se fossi una escort. Questo non è ammissibile. Pretendo lo stesso rispetto che porto a tutti quelli che mi scrivono".

La «Sandrocchia nazionale» non si piegherà ai leoni da tastiera e ha giurato loro una guerra all’ultimo sangue.