Autore: Stefano Calicchio

Ammortizzatori sociali - INPS

24
Mar

Reddito e pensioni di cittadinanza, pagamento di marzo 2020: ecco come controllare l’accredito

Il pagamento del mese di marzo del reddito di cittadinanza è stato confermato dal Ministero del Lavoro negli scorsi giorni e avrà luogo in settimana. Cosa fare per controllare l’avvenuto accredito sulla Postepay.

La grave crisi sanitaria ed economica dovuta alla diffusione del Coronavirus non fermerà i pagamenti e le ricariche dovute ai cittadini per il reddito e le pensioni di cittadinanza nel mese di marzo. A confermarlo è stata la stessa Ministra del Lavoro Nunzia Catalfo negli scorsi giorni, intervenendo sulla questione e tranquillizzando i beneficiari della misura.

Dal punto di vista operativo, l’effettiva ricarica dovrebbe avvenire entro la settimana e comunque attorno al prossimo 27 marzo 2020. In molti si domandano però quale strada seguire per poter verificare quando i soldi risulteranno disponibili sulla carta, considerata l’impossibilità di procedere ad una verifica effettiva presso l’Ufficio Postale più vicino per via dei limiti imposti alla mobilità delle persone.

In questo senso, esistono diverse modalità che permettono di assolvere al compito comodamente da casa, ovviamente ricorrendo ai servizi internet messi a disposizione dall’Inps e da Poste Italiane.

Ti POTREBBE INTERESSARE: Coronavirus e Decreto Cura Italia, Cosentino (Siamo Impresa Agricoltura): serve subito una ‘misura straordinaria e incentivante per le imprese’

Reddito di cittadinanza: ecco come verificare il pagamento di marzo

Dal punto di vista operativo, il primo sistema che permette di controllare il saldo dell’apposita tessera è lo Spid, con il quale è possibile entrare all’interno dei sito ufficiale del reddito di cittadinanza. Chi non possiede lo Spid può richiederlo ad uno dei gestori in grado di assegnarlo. La procedura è spiegata sul sito spid.gov.it.

In alternativa, è possibile utilizzare il sito dell’Inps. In questo caso, le opzioni di accesso si estendono al codice Pin (da utilizzare assieme al codice fiscale), oppure alla CNS (carta nazionale dei servizi). Dalla propria area riservata si può visualizzare la disposizione di pagamento e la cifra che verrà effettivamente accreditata.

Infine, è possibile avvalersi anche dei servizi telematici offerti da Poste Italiane per la gestione della Poste Pay. In questo ultimo caso, si può consultare il saldo ed i movimenti della carta dirattemente dal sito internet, oppure dall’apposita App scaricabile per dispositivi Apple o Android.

TI POTREBBE INTERESSARE: Pensioni, anticipate le scadenze di pagamento: ecco i dettagli sul calendario alfabetico