Autore: Stefano Calicchio

INPS - Ammortizzatori sociali - Pensione

26
Mar

Pensioni: per Tridico (Inps) “liquidità certa”, non ci sono problemi con i pagamenti

Il Presidente dell’Inps ribadisce la tenuta del sistema e la regolarità dei pagamenti delle pensioni nonostante la grave emergenza in corso. I dettagli e le novità sulle pratiche per bonus e cassa integrazione.

Dall’Inps arrivano nuovi chiarimenti in merito alla regolarità dei futuri pagamenti degli assegni previdenziali, nonostante la grave crisi sanitaria ed economica in corso di sviluppo. A ribadirlo è lo stesso Presidente Pasquale Tridico, che esprime parole tranquillizzanti al riguardo in favore di tutti i percettori di emolumenti di natura pensionistica.

L’ente si è organizzato negli scorsi giorni per fare fronte all’emergenza, potenziando i servizi telematici ed organizzando un calendario alfabetico (per cognome) dei pagamenti agli sportelli, rivolto a tutti coloro che hanno optato per la modalità di incasso in contanti. Questo per fare fronte al rischio di assembramento e quindi di ulteriore diffusione del Coronavirus.

Pensioni e tenuta del sistema: per i prossimi mesi abbiamo cassa sufficiente

Il Presidente Tridico ha ribadito che la situazione resta perfettamente sostenibile durante un’intervista rilasciata per Il Sole 24 Ore, nella quale ha spiegato che “per fortuna non siamo nelle condizioni di chiedere anticipazioni perché per i prossimi mesi contiamo di avere cassa sufficiente”.

Ed anzi, come già specificato, l’istituto ha provveduto addirittura ad anticipare i pagamenti degli assegni in contanti, un meccanismo che nelle parole espresse dall’economista verrà confermato anche per le mensilità di aprile e maggio, oltre che per quelle del prossimo mese di giugno 2020.

TI POTREBBE INTERESSARE: Pensioni, Tridico (Inps): ‘abbiamo i soldi per pagare fino a maggio, non c’è un problema di liquidità’

Emergenza Coronavirus: dalla prossima settimana si potranno inoltrare le domande per i bonus

Nel corso dell’intervista Tridico ha confermato l’impegno dell’Inps per rendere operative al più presto le misure di sostegno previste con i recenti decreti emanati dall’esecutivo. Entro la fine della settimana l’ente pubblico di previdenza renderà infatti disponibili tutte le disposizioni operative, pubblicando messaggi e circolari ad hoc.

I provvedimenti diventeranno quindi operativi dall’inizio della prossima settimana, quando sarà possibile Iniziare ad inoltrare le pratiche. Le misure dovrebbero riguardare una platea di circa 11 milioni di cittadini e richiederanno uno sforzo non indifferente all’Inps. Per procedere sarà necessario avere il Pin. Coloro che non ne risultano in possesso potranno riceverlo sul proprio cellulare attraverso un sms, saltando la parte ordinaria di spedizione cartacea.

Come verranno corrisposti i bonus oggetto delle misure governative

L’economista spiega inoltre che i pagamenti relativi ai bonus saranno effettuati direttamente sul conto corrente dei beneficiari, tramite l’Iban rilasciato all’interno delle pratiche. Fa eccezione il cosiddetto bonus baby sitter, che verrà caricato dall’Inps all’interno del Libretto famiglia.

Infine, per quanto concerne la cassa integrazione, le procedure risultano già disponibili online attraverso il codice Covid-19 semplificato. Rispetto alla cassa in deroga è in corso la definizione delle ripartizioni territoriali con le Regioni, con risorse sufficienti per garantire l’erogazione dei sussidi di welfare per 9 settimane.

TI POTREBBE INTERESSARE: Bonus Baby Sitter da 600 euro: verrà assegnato in base all’ordine cronologico