Autore: Stefano Calicchio

Pensione - INPS

1
Lug 2020

Pensioni, la Uil chiede di estendere la quattordicesima mensilità fino a 1500 euro di reddito

Oggi prende forma il pagamento della 14ma mensilità per le pensioni più basse. Dai sindacati arriva la richiesta di rivedere i requisiti di accesso, allargando la platea dei potenziali beneficiari.

Partono oggi i pagamenti della quattordicesima mensilità da parte dell’Inps in favore di tutti i pensionati d’Italia che possiedono i requisiti previsti dalla legge. L’ente effettua il pagamento della mensilità aggiuntiva contestualmente a quello del mese di luglio, garantendo così un incremento di reddito che va dalle 336 alle 655 euro.

Per poter beneficiare della misura i pensionati devono aver compiuto almeno 64 anni di età e devono percepire redditi inferiori a due volte l’assegno minimo. Proprio quest’ultimo criterio è al centro di una nuova proposta sindacale, nella quale si chiede di allargare il perimetro dei potenziali fruitori del provvedimento di welfare previdenziale fino a circa tre volte tale parametro di base.

Proietti (Uil) interviene sulla necessità di aumentare l’importo della 14ma e di ampliare la platea

Rispetto alla situazione appena evidenziata, il Segretario confederale della Uil Domenico Proietti ha ricordato la necessità di un intervento sul punto. “I pensionati sono i grandi esclusi dalle misure di sostegno messe in campo in questo periodo di crisi” pertanto “è quanto mai necessario aumentare l’importo ed estendere la 14ma a tutti i pensionati con un reddito fino a 1500 euro lordi al mese”.

Attraverso la diffusione di una nota stampa, il sindacalista ha quindi ricordato che la mensilità aggiuntiva viene erogata insieme alle pensioni di luglio per chi ha un reddito sotto le 13.391 euro. “Questa è una misura fortemente voluta dai sindacati che valorizza la storia contributiva dei lavoratori e dà loro un concreto supporto in proporzione al reddito. Una misura, che per la Uil, va sostenuta e potenziata proprio per le sue peculiarità”.

TI POTREBBE INTERESSARE: Bonus vacanze, dal 1° luglio via alle richieste: possibile ottenere fino a 500 euro, ecco come averlo

Come funziona il pagamento della quattordicesima mensilità

Per quanto concerne il pagamento della 14ma con la pensione di luglio, il beneficio di legge viene garantito a tutti coloro che perfezionano il requisito anagrafico antecedentemente il 1° luglio per le pensioni della gestione pubblica (il 1° agosto per la gestione privata ed Enpals). Chi matura i 64 anni nella seconda metà dell’anno vedrà quindi l’accredito dei ratei di mensilità aggiuntiva con la pensione di dicembre.

Ai beneficiari del provvedimento viene inviata un’apposita comunicazione con l’indicazione dell’importo attribuito e della provvisorietà del beneficio. L’Inps effettua tutte le verifiche in automatico e provvede ad accreditare il beneficio senza la necessità di domande da parte del pensionato.

Chi ritiene di avere diritto alla 14ma e riscontra la mancata presenza della stessa con la pensione di luglio può presentare una domanda di ricostituzione online attraverso la propria area riservata Inps, oppure utilizzando i servizi offerti dal patronato di fiducia.

TI POTREBBE INTERESSARE: Cassa integrazione e Covid-19: il governo punta ad estenderla a tutto il 2020, ma non sarà prorogata per tutti