Autore: Stefano Calicchio

Pensione - INPS

Pensioni e Coronavirus, l’Inps chiude al pubblico e potenzia i servizi telematici: risposte via web o telefono

Dall’Inps è arrivato il provvedimento sulla chiusura definitiva di tutte le sedi fisiche. L’accesso agli sportelli non è più consentito, ma il servizio continua ad essere garantito. Ecco attraverso quali canali.

L’Inps ha ufficializzato la chiusura di tutte le sedi fisiche al pubblico, con l’obiettivo di tutelare la salute pubblica e quella dei dipendenti rispetto alla grave crisi sanitaria in corso di sviluppo per via del Coronavirus. La comunicazione è stata evidenziata direttamente sull’Home Page del sito, che ha riportato un avviso esplicito sulle misure precauzionali prese rispetto alla diffusione di Covid-19.

L’azione è stata decisa dal Comitato permanente interno, specializzato nel monitorare le numerose strutture territoriali riconducibili all’ente con lo scopo di garantire la sicurezza e l’esecuzione delle procedure più idonee. Allo stesso tempo, si è deciso di avviare un potenziamente degli altri canali di comunicazione con i contribuenti, al fine di garantire la continuità del servizio.

Le misure predisposte dall’Inps: numeri telefonici provinciali e cassetta postale online

Stante la situazione, l’ente previdenziale ha disposto innanzitutto l’attivazione di numerosi nuovi numeri telefonici, resi disponibili con specifico riferimento per la singola provincia. In questo modo, per i cittadini resta possibile fare riferimento al proprio ufficio provinciale. L’elenco dei contatti è consultabile tramite lo stesso sito dell’Inps.

L’ente rende noto inoltre che per via dell’emergenza sanitaria si potrebbero verificare ritardi o mancate consegne delle comunicazioni cartacee da parte di Poste Italiane. Il consiglio è quindi quello di verificare la cassetta postale online disponibile all’interno della propria area riservata sul sito dell’Inps.

TI POTREBBE INTERESSARE: Coronavirus, lavoro e pensioni, ecco la nuova circolare Inps: contributi sospesi

I provvedimenti presi con l’iniziativa “Io resto a casa”

Infine, il potenziamento dei servizi di comunicazione telematici predisposti dall’Inps è passato anche per l’iniziativa “io resto a casa”. In questo senso, si è disposto che “tutti i servizi informativi siano resi attraverso il potenziamento dei canali telefonici e telematici e integralmente assicurati dal servizio di sportello telefonico provinciale, attivi con gli stessi standard di qualità e nelle consuete fasce orarie di apertura al pubblico (8.30 – 12.30)”.

Oltre a ciò, continua a restare attivo anche il servizio disponibile presso il contact center nazionale, che risponde al numero 803164 per chi chiama da rete fissa e dallo 06164164 per chi fa ricorso alla rete mobile. Gli operatori rispondono dalle ore 8 alle 20 dal lunedì al venerdì ed anche il sabato, dalle ore 8 alle 14. Oltre a ciò, il servizio è disponibile in 8 lingue (italiano, tedesco, inglese, francese, arabo, polacco, spagnolo e russo).

TI POTREBBE INTERESSARE: Pensioni anticipate e APE sociale: come funzionano le 3 finestre di accesso dai 63 anni di età