Autore: Stefano Calicchio

Pensione

30
Apr 2020

Fondo pensione e Coronavirus, il consiglio di Assoprevidenza: “non riscattate il vostro fondo”

Con lo scoppio dell’emergenza Coronavirus i mercati stanno affrontando un periodo di forte tensione e volatilità, ma riscattare proprio ora il fondo potrebbe essere una scelta sbagliata.

Tra i vari settori che si sono trovati a dover affrontare le conseguenze della crisi dettata dal Coronavirus c’è anche quello della previdenza complementare, ovvero il comparto pensionistico pensato per colmare il gap tra ultimo stipendio disponibile e futuro assegno pubblico. Con l’irrigidimento dei criteri di accesso all’Inps e la progressiva estensione del calcolo contributivo puro, avere una pensione di scorta diventa sempre più importante al passare degli anni.

Fasi di mercato ad elevata volatilità come quelle attuali potrebbero però indurre molti iscritti a riscattare una parte del proprio accantonamento proprio nel momento peggiore oppure a bloccare i versamenti, andando così a consolidare un’eventuale perdita e perdendo l’opportunità di avere un’integrazione alla propria pensione nel lungo termine.

Corbello (Assoprevidenza): “opportuno attendere” che il fondo possa recuperare

In questa fase così difficile, il Presidente di Assoprevidenza Sergio Corbello è intervenuto sul punto con un richiamo alla calma verso tutti gli iscritti alla previdenza complementare che in questo momento sono tentati di uscire dalla posizione.

“Com’è noto, il valore della posizione previdenziale individuale dell’iscritto deriva dalla valutazione, a prezzi correnti, dell’investimento nel fondo di appartenenza” ha sottolineato Corbello, evidenziando che “con il deflagrare del Coronavirus, le borse e i mercati finanziari in generale hanno inevitabilmente subito violenti ridimensionamenti, con il risultato che l’ammontare delle posizioni dei singoli risulta inferiore, anche di molto, rispetto a pochi mesi fa”

In questo senso, ora è importante attendere lasciando inalterata la propria posizione presso il fondo pensione, affinché abbia “il tempo necessario perché il valore degli investimenti riprenda quota, ragionevolmente nel giro di un biennio”.

TI POTREBBE INTERESSARE: Decreto Aprile 2020: verso Rem e bonus 800 euro, ma i sindacati chiedono di ripensare il profilo di sviluppo del Paese

Fondo pensione: se si ha la possibilità è importante attendere il recupero

Stante la situazione, secondo Assoprevidenza attendere il recupero della posizione potrebbe rappresentare la scelta migliore nel caso in cui si abbia la possibilità di poter attendere. Ovviamente molto dipende dalla situazione specifica di ogni persona, anche considerando il grave momento che stiamo vivendo.

Ma rispetto a quanto appena esposto, il momento potrebbe essere addirittura propizio per effettuare un’ulteriore integrazione della posizione previdenziale privata, facendo quindi leva sull’occasione di ribasso creatasi con la situazione attuale”. Il contribuente si troverebbe ad investire “in un momento favorevole, con le quotazioni basse e beneficiando delle agevolazioni fiscali previste” ha concluso Corbello.

TI POTREBBE INTERESSARE: Reddito di Emergenza (Rem Covid-19) per disoccupati e lavoratori in nero a rischio rinvio: i dubbi su quando arriva ed i possibili requisiti Inps