Autore: Stefano Calicchio

INPS - Ammortizzatori sociali

20
Mar 2020

Decreto Cura Italia: Inps pronta a tutte le misure, no al click day

Un nuovo comunicato in arrivo dall’Inps informa i cittadini sull’attività dell’Istituto, che si dice pronto a portare avanti tutte le misure presenti nel recente decreto del Governo. I chiarimenti dell’ente, nessun click day per le pratiche.

Dall’Inps prosegue l’attività informativa in favore dei cittadini rispetto alle azioni messe in campo per dare seguito alle decisioni governative e per contrastare le gravi conseguenze derivanti dall’emergenza Coronavirus. All’interno di una nuova comunicazione diffusa venerdì 20 marzo 2020, l’ente si è detto pronto ad attuare tutte le misure previste all’interno del recente decreto “cura Italia”.

Secondo quanto evidenziato dallo stesso istituto pubblico di previdenza sociale, entro poche settimane sarà necessario confrontarsi con le richieste di integrazione e di sostegno al reddito di circa 11 milioni di utenti. Quest’ultime saranno amministrate attraverso la cassa integrazione e gli altri provvedimenti previsti dal governo.

La previsione del picco lavorativo indica che sarà necessario uno sforzo operativo ancora maggiore rispetto a quello già prodotto lo scorso anno per l’avvio del reddito di cittadinanza e della quota 100. Il tutto in condizioni che non possono certamente essere definite come ordinarie.

TI POTREBBE INTERESSARE: Pensioni: sospesi i controlli sugli assegni all’estero per via del Coronavirus

Le conferme dell’Inps sui provvedimenti di sostegno: nessun click day, congedo parentale già attivo

Rispetto alle misure decise dall’esecutivo, l’Inps conferma che il congedo parentale per i lavoratori dipendenti risulta già attivo, tanto che le richieste già registrate sono circa 100mila (con periodi a partire dallo scorso 5 marzo 2020). Anche le procedure relative alla cassa integrazione ordinaria ed in deroga risultano già consolidate, mentre si sta procedendo ad una loro semplificazione. Inoltre, quelle relative al bonus babysitter risultano in avvio.

Infine, l’Inps precisa che non è previsto al momento nessun click day per l’invio delle pratiche relative alle prestazioni. Pertanto, le domande risulteranno aperte a tutti e ci sarà semplicemente un giorno di avvio. La precisazione appare quindi opportuna rispetto ad alcuni fraintendimenti che si sono concretizzati negli scorsi giorni.

TI POTREBBE INTERESSARE: Decreto Cura Italia, verso sospensione dei mutui per 230mila partite iva