Autore: Stefano Calicchio

INPS - Ammortizzatori sociali

12
Mar 2020

Coronavirus, Catalfo (MdL): allo studio voucher speciale babysitter da 600 euro

Dal Ministero del Lavoro emergono nuove prese di posizione in merito ai provvedimenti che potrebbero essere approvati a breve termine per contrastare l’emergenza Covid-19.

Il Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo torna a parlare dei provvedimenti in corso di studio in favore dei lavoratori e delle famiglie, al fine di fare fronte alla grave emergenza sanitaria dovuta al diffondersi del Coronavirus. Secondo quanto dichiarato durante un’intervista rilasciata a Radio 1, l’esponente del governo ha spiegato di essere al lavoro su “un voucher baby sitter speciale”.

Il provvedimento sarà destinato, in particolare, ai lavoratori del settore sanitario e servirà ad aiutare medici, infermieri e OSS a continuare a fornire il loro prezioso aiuto avendo a casa qualcuno in grado di assistere i figli mentre sono occupati nello svolgimento delle proprie funzioni.

TI POTREBBE INTERESSARE: Pensioni, contributi volontari Inps 2020: ecco gli importi per il nuovo anno

Coronavirus, gli altri provvedimenti allo studio con il nuovo decreto

Tra gli altri provvedimenti in corso di preparazione vi sarebbe anche un congedo speciale dedicato ai genitori con figli disabili fino a 12 anni, che prevede la possibilità di congedo fino a 15 giorni, oltre ad un “voucher baby sitter che dovrebbe essere di 600 euro per tutti e più alto per il personale del sistema sanitario”.

A livello generale, le ultime dichiarazioni del Ministro Catalfo fanno seguito a quanto già indicato negli scorsi giorni rispetto all’avvio di un importante pacchetto di misure destinate a sostenere gli italiani. “Stiamo preparando ed elaborando delle norme a tutela di tutte le imprese, i lavoratori e le famiglie italiane.

Dall’allargamento degli ammortizzatori sociali già esistenti alla possibilità di utilizzo del Fondo di integrazione salariale per le aziende che hanno da 5 a 15 dipendenti, a una cassa in deroga speciale che tuteli tutti i lavoratori su tutto il territorio nazionale”, aveva spiegato l’esponente del governo durante una recente conferenza stampa.

TI POTREBBE INTERESSARE: Pensioni anticipate e quota 100: il punto sulla convenienza dell’acquisizione del diritto