Concorso Ministero dell’Interno, 250 posti a tempo indeterminato: requisiti, prove d’esame e come candidarsi

Il Ministero dell’Interno ha pubblicato il bando del concorso per 250 funzionari amministrativi a tempo indeterminato. Ecco i requisiti richiesti, le istruzioni per candidarsi e in cosa consistono le prove d’esame.

È stato indetto un concorso pubblico a 250 posti per l’assunzione a tempo indeterminato di funzionari amministrativi presso il Ministero dell’Interno. Il bando è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana 4^ Serie Speciale “Concorsi ed Esami” numero 33 del 2 maggio 2017.

Gli interessati hanno tempo fino al 1° giugno 2017 per inoltrare la candidatura online. Ecco i requisiti richiesti per partecipare alle selezioni, in cosa consistono le prove d’esame, date e istruzioni per inviare la domanda di partecipazione.

Concorso 250 posti Ministero dell’Interno 2017: posti a bando

Il Ministero dell’Interno cerca personale da assumere a tempo indeterminato negli Uffici della Commissione nazionale per il diritto d’asilo (a Roma) e delle Commissioni territoriali per il riconoscimento della protezione internazionale presenti nelle seguenti città: Ancona, Bari, Bologna, Brescia, Cagliari, Caserta, Catania, Crotone, Firenze, Foggia, Gorizia, Lecce, Milano, Palermo, Roma, Salerno, Siracusa, Torino, Trapani, Verona.

A bando ci sono 250 posti come funzionario amministrativo, Area funzionale terza, posizione economica F1.

Concorso 250 posti Ministero dell’Interno 2017: requisiti

Per essere ammessi al concorso i candidati devono avere la cittadinanza italiana, essere maggiorenni e aver conseguito la laurea o un titolo di studio equipollente. Inoltre devono essere in possesso delle qualità morali e di condotta di cui all’art. 26 della legge 1989/53, godere dei diritti politici e dimostrare idoneità fisica.

Non sono ammessi al concorso coloro che sono esclusi dall’elettorato politico attivo, che siano stati destituiti dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, o licenziati per motivi disciplinari.

Concorso 250 posti Ministero dell’Interno: titolo di studio e classe di laurea

Per quanto riguarda i titoli di studio, il bando 250 funzionari Ministero dell’Interno è rivolto ai laureati. Ecco le classi di laurea accettate per potersi candidare.

  • Laurea con vecchio ordinamento in Giurisprudenza; Economia e commercio; Scienze dell’amministrazione; Scienze politiche; Relazioni pubbliche; Scienze internazionali e diplomatiche; Scienze statistiche ed attuariali; Scienze statistiche e demografiche; Scienze statistiche ed economiche; Sociologia.
  • Laurea triennale ordinamento 509 Classe 2 Scienze dei servizi giuridici; Classe 31 Scienze giuridiche; Classe 14 Scienze della comunicazione; Classe 15 Scienze politiche e delle relazioni internazionali; Classe 19 Scienze dell’amministrazione; Classe 28 Scienze economiche; Classe 35 Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace; Classe 36 Scienze sociologiche; Classe 37 Scienze statistiche.
  • Laurea triennale ordinamento 270: L-14 Scienze dei servizi giuridici; L-20 Scienze della comunicazione; L-33 Scienze economiche; L-36 Scienze politiche e delle Relazioni Internazionali; L-16 Scienze dell’Amministrazione e dell’Organizzazione; L-37 Scienze Sociali per la Cooperazione, lo Sviluppo e la Pace; L-40 Sociologia; L-41 Statistica.
  • Laurea specialistica classe: 22/S Giurisprudenza; 102/S Teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica; 57/S Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali; 60/S Relazioni Internazionali; 64/S Scienze dell’Economia; 70/S Scienze della Politica; 71/S Scienze delle Pubbliche amministrazioni; 84/S Scienze economico-aziendali; 88/S Scienze per la Cooperazione allo Sviluppo; 89/S Sociologia; 49/S Metodi per la ricerca empirica nelle scienze sociali; 99/S Studi europei; 13/S Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo; 59/S Pubblicità e comunicazione d’impresa; 67/S Scienze della comunicazione sociale ed istituzionale; 100/S Tecniche e metodi per la società dell’informazione; 101/S Teoria della comunicazione.
  • Laurea magistrale classe: LMG-01 Giurisprudenza; LM-63 Scienze delle Pubbliche Amministrazioni; LM-87 Servizio sociale e politiche sociali; LM-52 Relazioni Internazionali; LM-56 Scienze dell’Economia; LM-62 Scienze della Politica; LM-77 Scienze economico-aziendali; LM-81 Scienze per la cooperazione allo sviluppo; LM-88 Sociologia e ricerca sociale; LM-90 Studi europei; LM-19 Informazioni e sistemi editoriali; LM-59 Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità; LM-91 Tecniche e metodi per la società dell’informazione; LM-92 Teorie della comunicazione; LM-93 Teorie e metodologie dell’e-learning e della media education; LM-82 Scienze statistiche; LM-83 Scienze Statistiche, attuariali e finanziarie.

Chi ha conseguito la laurea all’estero dovrà indicare nella domanda il titolo di studio corrispondente assicurandosi che esso sia equipollente ed equiparato a quelli richiesti, pena l’esclusione dal concorso.

Concorso Ministero dell’Interno, 250 posti: come fare domanda

Le domande di partecipazione al bando dovranno essere inviate per via telematica entro il 1° giugno 2017. Per inviare la propria candidatura bisogna andare sul sito http://concorsiciv.interno.it. e accedere all’apposita procedura. Il codice identificativo del concorso è 250FA.

Dopo aver inserito i dati richiesti il candidato dovrà stampare la domanda debitamente sottoscritta e consegnarla il giorno della prova preselettiva.

Concorso Ministero dell’Interno, 250 posti: la prova preselettiva

Nel caso in cui il numero delle domande pervenute sia pari o superiore a 2500, si svolgerà la prova preselettiva che consiste in domande a risposta multipla su elementi di diritto pubblico, diritto internazionale pubblico, dell’Unione europea e legislazione nazionale ed europea nell’ambito della protezione internazionale; storia contemporanea, geografia politica ed economica, lingua inglese.

Per superare la preselezione bisogna rispondere correttamente ad almeno 80 domande. L’elenco dei candidati ammessi agli scritti verrà pubblicato sul sito del Ministero dell’Interno nella sezione Concorsi e ne verrà data notizia nella Gazzetta Ufficiale.

Concorso Ministero dell’Interno, 250 posti: le prove d’esame

Oltre all’eventuale prova preselettiva, il concorso 250 funzionari amministrativi al Ministero dell’Interno consiste in due prove scritte e una orale.

La 1^ prova scritta dura 8 ore e consiste nella stesura di un elaborato in materia di diritto internazionale pubblico, dell’Unione europea e legislazione nazionale ed europea nell’ambito della protezione internazionale.

La 2^ prova scritta è volta ad accertare la conoscenza dell’inglese, dura 3 ore e consiste in 3 parti: comprensione del testo di un brano attinenete ad elementi di diritto pubblico e svolgimento dei relativi esercizi; breve tema su un argomento di elementi di diritto pubblico; ascolto e comprensione.

La prova orale verte sulle materie oggetto delle prove scritte nonché sulle seguenti altre materie:

  • storia contemporanea, con particolare riferimento agli avvenimenti nei paesi extraeuropei dal dopoguerra ad oggi;
  • geografia politica ed economica, con particolare riferimento ai Paesi del continente africano e asiatico;
  • elementi di diritto pubblico;
  • legislazione speciale amministrativa riferita alle attività istituzionali del Ministero dell’Interno;
  • disciplina del rapporto di lavoro relativo al personale del Comparto ministeri (contratti collettivi nazionali di lavoro).

Il testo integrale del bando di concorso 250 funzionari amministrativi Ministero dell’Interno è disponibile qui.