Autore: Stefano Calicchio

INPS - Ammortizzatori sociali

19
Mar 2020

Click Day per il bonus da 600 euro degli autonomi: per il CNA offesa a 5 milioni di italiani

Emerge l’idea di avviare un click day per l’assegnazione del bonus da 600 euro in favore dei lavoratori autonomi, ma le associazioni di categoria protestano con decisione. Secondo Confesercenti è un’ipotesi impensabile.

Emergono nuovi aggiornamenti in merito al cosiddetto bonus da 600 euro destinato a sostenere il reddito dei lavoratori autonomi colpiti dalla crisi del Coronavirus. Secondo quanto evidenziato dal Presidente dell’Inps Pasquale Tridico, le modalità di assegnazione del beneficio potrebbero essere legate ad un “click day”.

L’evento dovrebbe concretizzarsi già nella prossima settimana, mentre i primi pagamenti sono programmati per il mese di aprile 2020. Tra i potenziali assegnatari figurano commercianti, artigiani ed altri lavoratori autonomi con partita Iva, oltre a coloro che hanno un contratto di lavoro co.co.co.

La replica del Cna: l’idea del click day è un’offesa per 5 milioni di italiani

Stante la situazione appena delineata, dalle associazioni di categoria emerge forte contrarietà rispetto all’ipotesi attuativa espressa da Tridico. Il Cna ha emesso un duro comunicato all’interno del quale dice “no alla lotteria del click day per assegnare il bonus di 600 euro a lavoratori autonomi e stagionali, partite Iva e professionisti”.

I motivi sono molteplici. “Già si tratta di un indennizzo minimo e che non potrà andare a tutti a causa dell’insufficiente stanziamento. Affidarne la distribuzione a uno strumento aleatorio ci sembra davvero troppo". Ed anzi, “solo il pensiero di ricorrere al click da rappresenta un’offesa gravissima per quasi cinque milioni di italiani” spiega la Confederazione Nazionale dell’Artigianato.

TI POTREBBE INTERESSARE: Pensioni e gestione separata: ecco quando si può uscire da lavoro nel 2020

Confesercenti: il click day è assolutamente impensabile

Anche da Confesercenti si esprime forte preoccupazione rispetto alle procedure ipotizzate per l’assegnazione dell’indennità da 600 euro degli autonomi e dei professionisti. Secondo Confesercenti, l’avvio di un click day è “assolutamente impensabile”.

Con una nota pubblicata sul proprio sito, l’associazione spiega che “in un momento critico come questo, lo strumento non metterebbe tutti i potenziali richiedenti sul territorio nazionale nelle stesse condizioni per potervi accedere, poiché è evidentemente legato alla connettività che nel Paese, purtroppo, non è omogenea”.

Oltre a ciò, le modalità di accesso rischiano di colpire proprio le figure più deboli. “non ci sembra opportuno aggiungere difficoltà a interi settori dell’economia produttiva già così fortemente danneggiati, significherebbe vanificare gli sforzi finora messi in campo dal Governo per gestire l’emergenza sanitaria ed economica”.

TI POTREBBE INTERESSARE: Bonus 100 euro in busta paga: ecco chi ne avrà diritto grazie al decreto Cura Italia