Autore: Elisa Cardelli Ceroni

Rimborso

Cashback e lotteria degli scontrini: facciamo chiarezza

Negli ultimi giorni sono state scritte molte cose legate al cashback e spesso si tratta di notizie e informazioni fuorvianti. Facciamo chiarezza e vediamo i dettagli del vero funzionamento del bonus che non è affatto la stessa cosa rispetto alla lotteria degli scontrini.

Il cashback ideato dal governo Conte ha preso il via pochi giorni fa e sono davvero numerose le persone che hanno deciso di aderirvi per ottenere un rimborso del 10% sulle spese effettuate utilizzando metodi di pagamento elettronici come le carte di credito o il bancomat.

Come spesso accade, online si possono leggere molte voci differenti e purtroppo questo porta molta confusione. In molte occasioni si nota la confusione tra cashback di Stato e lotteria degli scontrini: si tratta infatti di due operazioni differenti che appartengono entrambe al più ampio piano di cashless studiato mesi fa dal governo.

Cashback e lotteria degli scontrini

Come abbiamo già anticipato, le due misure non sono la stessa cosa anche se entrambe hanno lo scopo di lottare contro l’evasione fiscale e contro il lavoro in nero, inoltre vogliono anche incentivare gli acquisti fatti in negozi fisici piuttosto che online.

Come funziona il cashback

Il bonus cashback vuole incentivare le piccole spese attraverso il rimborso del 10% sugli acquisti effettuati tramite sistemi di tracciamento elettronico come bancomat, app o carta di credito/debito. Tutti i maggiorenni residenti in Italia possono beneficiare del bonus e sono ammessi tutti gli acquisti fatti come consumatori.

Non ci sono limiti di reddito e di generi specifici da acquistare, per tale motivo abbiamo a che fare con un bonus che potremmo definire universale. Le uniche regole consistono nello scaricare un’app (l’App IO) ed effettuare un numero minimo di transazioni che sono 10 nel mese di dicembre per ottenere il cashback speciale attualmente in atto e che poi diventeranno 50 a semestre da gennaio.

Utilizzando per almeno 10 volte il metodo di pagamento elettronico associato all’account personale nell’App IO spendendo un totale di 1.500€ avremo un rimborso sul conto corrente segnalato di 150€. Ovviamente si potrà spendere anche meno, ad esempio spendendo un totale di 500€ si avranno indietro 50€. La stessa cosa varrà per i prossimi semestri, ma cambierà il numero minimo di transazioni effettuate che diventeranno 50 ogni sei mesi per un rimborso massimo di 300€ in caso di spesa di 3.000€.

Come funziona la lotteria degli scontrini

La procedura legata alla lotteria degli scontrini risulta essere differente. Da gennaio partirà la lotteria degli scontrini, ossia una vera e propria lotteria con premi molto ricchi. Per partecipare sarà necessario registrarsi sul portale lotteria gestito dall’Agenzia delle Dogane e dei monopoli dove, dal 1 dicembre, è possibile scaricare il proprio codice lotteria. Possono partecipare tutti i maggiorenni e residenti in Italia che acquistano beni o servizi da esercenti che trasmettono telematicamente i corrispettivi. Anche in questo caso sono esclusi gli acquisti online.

Per partecipare alla lotteria degli scontrini occorre mostrare al negoziante, ogni volta che si paga un importo pari o superiore a 1€ il proprio codice lotteria che verrà abbinato allo scontrino. Per una spesa pari o superiore a 1.000€ si otterranno un massimo di 1.000 biglietti. Sarà poi l’Agenzia delle dogane e dei monopoli a comunicare l’eventuale vincita ai consumatori.