Autore: Stefano Calicchio

Lavoro - Ammortizzatori sociali

24
Apr 2020

Bonus professionisti 1000 euro regione Campania: ecco le informazioni chiave da conoscere

Partono oggi le domande di accesso al bonus da 1000 euro per i professionisti previsto dalla Regione Campania. Il portale informativo è attivo dalle ore 10h00.

Via libera alle richieste di accesso per i professionisti ed i lavoratori autonomi della regione Campania al nuovo bonus regionale. A disposizione dei lavoratori con i requisiti di legge c’è una indennità da 1000 euro pensato come ulteriore misura di sostegno al fine di affrontare le gravi conseguenze dovute al diffondersi del Coronavirus. Il portale informativo risulta attivo dalle ore 10h00 di questa mattina e continuerà a restare online per fornire informazioni utili sull’invio delle pratiche fino alle ore 15h00 del prossimo 8 maggio 2020.

Secondo quanto previsto dalla giunta regionale, il bonus da 1000 euro rappresenta un sostegno erogato in forma di una tantum e risulta cumulabile con le altre indennità previste dallo Stato, oltre che con le numerose agevolazioni inserite nei decreti approvati durante queste settimane per rispondere all’emergenza dettata dal Covid-19.

TI POTREBBE INTERESSARE: Cassa integrazione Coronavirus, i dati Inps ed il prezzo di Covid-19: oltre 6,7 milioni di persone in assistenza

Bonus professionisti da 1000 euro: chi può chiedere il contributo

La nuova indennità prevista dalla Regione Campania è rivolta a tutti i lavoratori autonomi ed ai professionisti che risultano titolari di una partita iva dallo scorso 23 febbraio 2020 e che hanno fatturato una cifra inferiore a 35mila euro nel corso del 2019. Lo stanziamento totale a sostegno della misura corrisponde a 80 milioni di euro.

Per poter procedere alla richiesta è necessario effettuare una preiscrizione obbligatoria, nella quale si fornisce il proprio indirizzo di posta elettronica certificata (PEC). Tra gli altri vincoli è necessario che la sede dello studio o dell’attività risulti il territorio regionale. Restano esclusi dal sostegno di welfare i titolari di una pensione, i lavoratori dipendenti e gli autonomi che non esercitano attività professionale,

La procedura di richiesta è ovviamente da effettuare in modo completamente dematerializzato, al fine di evitare il rischio di assembramenti e di contagio. Il modulo deve infatti essere compilato online e firmato digitalmente, mentre tutte le comunicazioni tra il richiedente e la Regione avverranno esclusivamente tramite l’indirizzo PEC fornito dal professionista.

TI POTREBBE INTERESSARE: Coronavirus, INAIL sulla Fase 2 e sui dispositivi di protezione individuale: ecco protocollo e linee guida in un nuovo documento tecnico contro il Covid-19