Autore: Elisa Cardelli Ceroni

Bonus

Bonus Irpef da 480 euro: a chi spetta e come lo si ottiene

Il bonus Irpef da 480 euro, previsto per la fine del 2020, è stato introdotto dalla nuova legge di Bilancio e spetta ai lavoratori che hanno un reddito da lavoro dipendente o assimilato compreso tra i 28mila e i 40mila euro.

La nuova legge di Bilancio ha stabilito un nuovo bonus Irpef da 480 euro che spetta nello specifico ai lavoratori dipendenti e assimilati con un reddito annuo compreso tra i 28mila e i 40mila euro. All’interno del decreto legge n. 3/2020 viene infatti specificato il nuovo trattamento integrativo al reddito (T.I.R.) per i soggetti percettori di reddito da lavoro dipendente e assimilato.

La misura in questione è in vigore da luglio 2020 e si riferisce al taglio del cuneo fiscale, per tale motivo permette ai dipendenti di ottenere un’ulteriore liquidità all’interno della busta paga.

In cosa consiste il bonus Irpef

A partire da luglio 2020 è stato introdotto un nuovo taglio del cuneo fiscale che prevede un trattamento integrativo in busta paga di 100 euro mensili in sostituzione dei precedente bonus Irpef che consisteva in 80 euro al mese ed era stato introdotto dal governo Renzi. Per l’anno corrente è stato riconosciuto un importo pari a 600 euro e pari a 1.200 euro per il 2021 nel caso di reddito annuo inferiore a 28 mila euro.

Il bonus Irpef di cui stiamo parlando arriva direttamente in busta paga e risulta diviso in due scaglioni: il primo è se il reddito complessivo è compreso tra i 28mila e 35mila euro, il secondo se questo è tra 35mila e 40mila euro:
• Reddito tra i 28mila euro e i 35 mila euro: la cifra del bonus spettante è di 480 euro, aumentata del prodotto tra 120 euro e l’importo corrispondente al rapporto tra 35 mila euro, diminuito del reddito complessivo, e 7 mila euro.
• Reddito tra i 35 mila euro e i 40 mila euro: la cifra del bonus spettante corrisponde al rapporto tra l’importo di 40mila euro, diminuito del reddito complessivo, e l’importo di 5mila euro.

A chi spetta il bonus da 480 euro

I beneficiari del bonus Irpef in questione sono i lavoratori dipendenti che annualmente hanno un reddito maggiore ai 28mila euro e inferiore ai 40mila euro. Non riguarda coloro che ricevono pensioni e assegni con tassazione differente, inoltre sono esclusi dal bonus anche coloro che ricevono dei sussidi statali come il reddito di cittadinanza e altri aiuti che il governo ha fornito per far fronte alla crisi economica legata alla pandemia di Covid-19.

Il bonus spetta anche ai percettori di redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente, come per esempio i redditi derivanti da borse di studio, assegni, premi o sussidi per fini di studio o di addestramento professionale. Anche chi ha contratti di collaborazione coordinata e continuativa riceverà questo bonus alla fine dell’anno corrente.

Per il 2020, il decreto Rilancio prevede che i bonus fiscali vengano riconosciuti anche nel caso in cui il lavoratore con i requisiti previsti, risulti incapiente per colpa di un calo di reddito di lavoro dipendente causato dalle conseguenze legate all’emergenza sanitaria Covid-19. Il T.I.R. verrà assegnato anche quando il sostituto di imposta è l’Inps, proprio come nei casi di erogazione delle cosiddette “prestazioni in sostegno del reddito”.