Autore: Stefano Calicchio

INPS - Ammortizzatori sociali

23
Giu 2020

Bonus domestici 2020 Inps per Covid, la Ministra Catalfo segnala i primi 100mila pagamenti

Dal Ministero del Lavoro si evidenziano i pagamenti per i primi 100mila bonus destinati ai lavoratori domestici. La misura è stata introdotta per garantire un sostegno di welfare a seguito dell’emergenza Coronavirus.

L’ente pubblico di previdenza ha eseguito i primi 100mila pagamenti ai lavoratori domestici che hanno avanzato domanda di accesso al relativo bonus previsto all’interno del decreto rilancio. Lo ha annunciato nella mattina di oggi tramite Twitter la Ministra del Lavoro Nunzia Catalfo, spiegando che “in queste ore l’Inps ha avviato le procedure di pagamento per le prime domande”.

Secondo quanto evidenziato dall’esponente del governo, attraverso questa misura “garantiamo un aiuto concreto a una categoria di lavoratori duramente colpita dall’emergenza Covid 19”. Nella pratica, si tratta di soggetti che si sono trovati a scontare le inevitabili conseguenze della limitazione agli spostamenti attuata durante la fase di lockdown, al fine di contenere la diffusione del Coronavirus.

Bonus domestici 2020: ecco i requisiti previsti dalla legge e come fare domanda

Dal punto di vista operativo, i lavoratori domestici interessati dalla misura possono inoltrare la propria domanda al fine di percepire l’indennità Covid-19 prevista con l’articolo numero 85 del decreto legge risalente allo scorso 19 maggio 2020. All’interno del testo è stato infatti previsto un sostegno di welfare pensato per offrire in modo specifico un supporto ai lavoratori domestici in condizione di difficoltà economica.

L’Inps ha poi provveduto a specificare con il proprio messaggio risalente al 26 maggio 2020 (n. 2184) le modalità operative da seguire per poter accedere al beneficio di legge. In particolare, l’indennità è rivolta a tutti i lavoratori domestici che non risultano conviventi con il datore di lavoro e che alla data dello scorso 23/02 aveva all’attivo almeno un regolare contratto di durata superiore a 10 ore settimanali.

TI POTREBBE INTERESSARE: Pensioni e welfare: con il Covid 8 milioni di persone hanno chiesto il Pin Inps

Come funziona il bonus domestici Inps per Coronavirus e quanto si percepisce

I lavoratori che hanno i requisiti di legge potranno beneficiare di un’indennità LD riconosciuta per i mesi di aprile e maggio 2020. L’importo erogato corrisponde a 500 euro mensili, sebbene il pagamento viene effettuato in un’unica soluzione. La domanda può essere presentata direttamente dal lavoratore (utilizzando il codice Pin oppure una delle altre modalità di riconoscimento, come ad esempio la carta nazionale dei servizi CNS o lo Spid).

In alternativa, è possibile fare ricorso ai servizi offerti dal proprio patronato di fiducia, che si occuperà di preparare la pratica e d’inoltrarla all’Inps per conto del lavoratore. I beneficiari possono quindi verificare lo stato di lavorazione della richiesta e la data nella quale verrà eseguito l’accredito consultando lo “stato pratica e pagamenti” nella propria area riservata del sito Inps.

TI POTREBBE INTERESSARE: Cassa Integrazione, per il Civ Inps i ritardi sono stati «una tempesta annunciata e prevedibile»