Verissimo: Matilde Gioli si racconta e fa commuovere Silvia Toffanin

Verissimo: Matilde Gioli si racconta e fa commuovere Silvia Toffanin

L’attrice reduce dal successo di Doc - Nelle tue mani, si racconta nel salotto di Verissimo

Ospite da Silvia Toffanin a Verissimo, Matilde Gioli, che nella fiction Doc – Nelle tue mani interpreta il ruolo della dottoressa Giulia Giordano, ha raccontato alcuni particolari della sua vita.

La giovane attrice ha ripercorso sia alcuni eventi della sua infanzia, che le voci che la vedono in lizza per una partecipazione al prossimo Festival di Sanremo e ha chiarito la sua attuale situazione sentimentale.

La divisa da medico dopo il fallimento del test d’ingresso a Medicina

Matilde Gioli ha raccontato di essersi iscritta al test per accedere alla facoltà di Medicina, senza riuscire a superarlo. Un’evenienza comunque prevedibile, visto il gran numero di persone che partecipano ai test, per i pochi posti disponibili.

L’attrice non ha nascosto di avere un piccolo rimpianto per non essere diventata medico, poiché da piccola si immaginava con il camice bianco. Il caso ha poi voluto che quel camice sia arrivato, seppure nella finzione, interpretando il ruolo della dottoressa Giulia Giordano.

L’incidente in piscina e la morte del padre

La giovane attrice milanese, ha raccontato il grave incidente accadutogli in un acquapark inglese, quando, all’età di 15 anni, mentre era in piscina, è stata travolta da un ragazzo turco di 110 kg, finitogli sulla schiena.

La prima diagnosi è stata tragica: 5 fratture vertebrali e un trauma cranico, e il rischio di non poter più camminare. Un racconto di un miracolo, come l’ha definito l’attrice, che è stata per due mesi a letto e per un anno con un busto ortopedico.

Un altro momento difficile nella vita di questa attrice è stata la morte del padre. Seconda di quattro fratelli, due maschi e due femmine, ad un certo punto Matilde Gioli è diventata il punto di riferimento della sua famiglia, dopo la morte del padre.

Commovente il racconto degli ultimi istanti di vita del papà, quando lei aveva 22 anni. Prima di morire, suo padre, consapevole del suo destino, tranquillizzava la moglie con queste parole: “Francesca non sarà brutto, tu hai i ragazzi”.

Matilde ha anche svelato che, grazie ad un colloquio con il suo fioraio, ha scoperto che il padre, nonostante la malattia degenerativa in stato avanzato, aveva capito che sua figlia stava iniziando la carriera di attrice. Infatti, era appena stata chiamata Paolo Virzì per recitare nel film Il capitale umano.

In tutti questi anni, l’attrice, aveva pensato che suo padre fosse volato in cielo, senza aver capito che sua figlia stava iniziando una carriera cinematografica. Una scoperta che l’ha resa molto felice.

Il fidanzato e il Festival di Sanremo

Sono tanti i fidanzati che vengono affiancati a Matilde Gioli, per questo Silvia Toffanin ha chiesto chiarimenti alla diretta interessata. “Sono single. Passo le mie giornate con i cavalli, godendomi questi momenti per riflettere, ma lo aspetto”, le parole dell’attrice che ha anche chiarito qual è il tipo di uomo che cerca: “un maschio alfa, che mi faccia sentire donna”. Diventare mamma è uno dei suoi grandi desideri, che non vede l’ora di vivere.

Matilde Gioli ha svelato di essere stata innamorata, in passato, un paio di volte. Solo la prima volta ha sofferto per la rottura, mentre poi è riuscita a interrompere le relazioni, quando si rendeva conto che avrebbe potuto soffrire nuovamente.

Sulle voci che la vedrebbero alla conduzione del prossimo Festival di Sanremo, l’attrice ha smentito, non avendo ricevuto nessuna chiamata. Salvo novità dell’ultimo momento, vedrà il Festival seduta sul divano di casa.

Prima di congedarsi, Matilde Gioli ha voluto fare i complimenti a Silvia Toffanin, per la delicatezza nell’affrontare il dolore della perdita della madre e la forza dimostrata nel tornare al lavoro. Un complimento sincero, che ha fatto commuovere la presentatrice di Verissimo .