Tutte le scadenze di maggio 2021: dal fondo perduto al via del 730

Maggio sarà un mese importante per i contribuenti, ecco tutte le scadenze.

Non sono poche le scadenze che andranno ad interessare i contribuenti italiani dal prossimo mese di maggio. C’è il bonus Inps, il contributo a fondo perduto e parte il 730/2021. Ecco una sintetica guida alle scadenze del prossimo mese.

Via con il modello 730, si parte il 10 maggio

È stato fissato per il giorno 10 maggio quello a partire dal quale i contribuenti interessati potranno iniziare ad accedere al modello 730 precompilato dall’Agenzia delle Entrate, quello presente nel cassetto fiscale dei contribuenti.

Infatti ad oggi non è ancora possibile provvedere ad espletare l’adempimento per via delle numerose proroghe che l’emergenza epidemiologica ha costretto a concedere, prima tra tutte la messa a disposizione per i contribuenti, delle Certificazioni Uniche da parte dei datori di lavoro.

In questo caso più che una data di scadenza, per il 730 il mese di maggio segnerà una data di avvio dal momento che come previsto e senza ipotizzare ulteriori proroghe, ci sarà tempo per la presentazione fino a settembre prossimo. Naturalmente vige il sistema che prima si presenta prima si chiude la partita con il Fisco.

Un fattore determinante questo dal momento che per chi deve andare a rimborso Irpef, presentare la dichiarazione in maniera celere, senza attendere gli ultimi giorni può accelerare l’arrivo dei rimborsi in busta paga o nel cedolino della pensione.

Ma anche per chi invece deve versare l’Irpef, prima si presenta la dichiarazione, più facile poter ottenere una rateizzazione più comoda per il versamento, che, soprattutto se per cifre elevate da versare, può essere un vantaggio.

Bonus e indennizzi per via del Covid, maggio il mese di molte scadenze

Sempre nel prossimo mese scadranno importanti appuntamenti relativi a indennità, bonus e indennizzi che il governo tramite l’ultimo decreto Sostegni ha varato.

Parliamo per esempio dei contributi a fondo perduto per le Partite Iva, per i professionisti e per i lavoratori autonomi in genere. Un contributo a fondo perduto basato sul calo di fatturato tra 2020 e 2019 le cui domande scadranno entro il prossimo 28 maggio.

Dopo l’ultima proroga concessa, è slittata la 31 maggio la possibilità di presentare domanda per ottenere il noto Reddito di emergenza (il Rem), destinato a famiglie e soggetti in grave condizione economica ed esclusi da qualsiasi altro provvedimento di aiuto per il Covid o generalizzato come per esempio il Reddito di Cittadinanza.

E sempre entro il 31 maggio, anche in questo caso a seguito di proroga, scadranno le domande per i lavoratori che rientrano nel bonus una tantum da 2.400 euro. Tra questi i lavoratori dello spettacolo, i lavoratori stagionali del settore turistico o alberghiero e così via.

Altre scadenze da tenere in considerazione

Ma se alcune di queste scadenze riguardano misura nuove e straordinarie, legate nello specifico alla grave emergenza sanitaria ed economica scaturita per via della pandemia, ci sono scadenze a maggio che possiamo definire canoniche e abituali. Per esempio il 31 maggio è prevista la scadenza per il bollo sulle fatture elettroniche e per le Lipe del primo trimestre, cioè per le classiche Liquidazioni periodiche dell’Imposta sul Valore Aggiunto (IVA).