Autore: Stefano Calicchio

INPS - Pensione - TFR - Lavoro

Tredicesima 2020 per lavoro e pensioni Inps: calcolo, a chi spetta e quando viene pagata

Calcolo della Tredicesima 2020 per lavoratori dipendenti e pensionati: ecco come capire a chi spetta la gratifica natalizia, quanto verrà maturato e quando avverrà il pagamento.

Passata la metà del mese di novembre molti lavoratori dipendenti e pensionati si stanno interrogando sull’accredito della tredicesima mensilità. Le domande più comuni riguardano la maturazione della gratifica natalizia e ovviamente il calcolo di quanto verrà pagato. La misura rappresenta solitamente un importante volano per i consumi, ma quest’anno assume particolare rilievo viste le gravi conseguenze della crisi sanitaria dettata dal coronavirus sull’economia.

Vediamo quindi a chi spetta la tredicesima mensilità e a partire da quando sarà pagata, sia per quanto concerne i lavoratori dipendenti, sia riguardo ai beneficiari di un trattamento pensionistico erogato da parte dell’Inps o di un altro ente previdenziale privato.

Tredicesima mensilità 2020: che cos’è e a chi spetta

La tredicesima mensilità viene erogata nel mese di dicembre a milioni di pensionati e lavoratori dipendenti. Nata come una mensilità aggiuntiva pagata su base volontaria da parte dei datori di lavoro nel mese di dicembre, è diventata un vero e proprio diritto che matura però in base al tipo di contratto lavorativo. Oggi risulta infatti assodata per tutti i lavoratori dipendenti, sia che abbiano un contratto di tipo determinato che indeterminato o che lavorino nel settore pubblico o privato. Sono quindi compresi anche i lavoratori domestici, come ad esempio le colf, le baby sitter e i badanti.

Per quanto riguarda invece i pensionati, la tredicesima spetta in favore di tutti i trattamenti ordinari, ma anche per le pensioni di reversibilità o ai superstiti. Non rientrano invece nel diritto alla tredicesima mensilità i lavoratori con un contratto di tipo parasubordinato, gli autonomi e coloro che percepiscono un’indennità di disoccupazione o di cassa integrazione, così come i percettori di un assegno di accompagnamento e del reddito di cittadinanza.

TI POTREBBE INTERESSARE: Naspi pagamento novembre 2020: quando arriva la disoccupazione Inps e come controllare l’accredito

Tredicesima mensilità a dicembre 2020: calcolo e pagamento della mensilità aggiuntiva

Stante la situazione appena descritta, la tredicesima mensilità verrà erogata nel mese di dicembre in favore di milioni di lavoratori e di pensionati. Per quanto concerne la prima categoria, il pagamento avviene direttamente con la busta paga di dicembre, oppure tramite un cedolino a parte (in base a come risulta organizzata la gestione amministrativa del datore di lavoro).

I pensionati ricevono invece una sola rata di tredicesima nel mese di novembre, salvo che non risultino iscritti a un ente previdenziale privato che eroga la mensilità spalmandola sulle 12 mensilità precedenti. Per i pensionati Inps la tredicesima verrà pagata il prossimo 1° dicembre 2020, mentre per tutti gli altri percettori l’emolumento aggiuntivo arriverà comunque entro il prossimo 21 dicembre (o comunque prima delle festività natalizie).

Per i lavoratori il calcolo della tredicesima avviene sulla base di quanto stabilito dallo specifico contratto collettivo, ma in via generale il lordo equivale a un dodicesimo di quanto percepito nel corso dell’anno. Per coloro che hanno lavorato meno di un anno, viene effettuato un pagamento ridotto e riproporzionato agli effettivi mesi lavorati. All’interno del calcolo non vanno però inclusi gli straordinari, i bonus e gli altri compensi percepiti in via occasionale, mentre vanno conteggiate le ferie, le malattie, gli infortuni e gli eventuali congedi matrimoniali o di maternità.

Sulla tredicesima viene calcolato anche il TFR, mentre per il netto bisogna considerare la tassazione da parte dello Stato, pertanto l’applicazione delle ritenute fiscali e dei contributi (quest’ultimi risultano però a carico solo dei lavoratori e non dei pensionati).

TI POTREBBE INTERESSARE: Pensioni anticipate e LdB2021, verso proroga APE sociale e Opzione donna: ultime novità sui provvedimenti