Suburra - la serie, arriva su Netflix. Info su trama, cast e data d’uscita

La prima stagione della nuova serie Suburra, ispirata ai fatti di Mafia Capitale, arriva in esclusiva su Netflix. Ecco i dettagli su trama, cast e data d’uscita.

Storie di una Roma buia, violenta e, per certi versi anche affascinante, verranno raccontate in Suburra - la serie, prima produzione originale Netflix in Italia, diretta da Michele Placido, Andrea Molaioli e Giuseppe Capotondi. La serie, presentata in anteprima all’ultima edizione del Festival di Venezia, andrà in onda sulla piattaforma streaming, a partire dal prossimo 6 ottobre.

Attraverso la serie prodotta da Cattleya in collaborazione con Rai Fiction, i meandri della criminalità capitolina, tornano di nuovo in scena, dopo il successo dell’omonimo film di Stefano Sollima (2015), rappresentandone un prequel.

Entrambi, sia film che serie, s’ispirano all’omonimo romanzo su Mafia Capitale di Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini.

Trama e cast di Suburra

Diverse le storie che si andranno ad incrociare, mostrando allo spettatore le varie sfaccettature del potere e del malaffare.

Sullo sfondo, una Roma controversa che fa da snodo tra reale e romanzato. Chiesa, Stato e famiglie della malavita romana non conosceranno limiti nella capitale del potere, tra vizi, eccessi, sangue e in cui ogni atto avrà come unico scopo, la conquista del potere.

Il tutto, raccontato in dieci episodi carichi di azione, dramma e crimine.

Tre sono i principali e giovani protagonisti all’interno della serie, intenti e determinati a sfidare, senza paura, i grandi esponenti del potere capitolino, tra cui le loro stesse famiglie, e a diventare figure di spicco del malaffare romano.

Il biondo e tormentatissimo Aureliano, interpretato da Alessandro Borghi, che, con la sua rabbia inarrestabile ed anarchica, prende le sembianze di ciò che poi sarà, ovvero Numero 8, il cinico e sanguinoso padrone di Ostia, già conosciuto nel film di Sollima.

Al suo fianco, Spadino, ovvero Giacomo Ferrara, zingaro e figlio della famiglia rom più potente della Capitale, dall’aria rude e ribelle, ancora un po’ ragazzino, ma voglioso di potere.

Ed infine, il volto pulito, ma non troppo di Lele, il classico bravo ragazzo di Roma Nord, amante di eccessi, soldi e bella vita, alla ricerca del pericolo, interpretato da Eduardo Valdarnini.

Nel cast anche Claudia Gerini nei panni della sensuale Sara Monaschi, donna della cantabilità vaticana, il Samurai, ruolo prima appartenuto a Claudio Amendola nel film di Sollima, ed ora a Francesco Aquaroli, boss importante assieme al rom Manfredi Anacleti, interpretato da Adamo Dionisi, e l’uomo politico, Amedeo Ciniglia, ovvero Filippo Nigro, che lascia gli ideali politici per cedere al mondo del malaffare.

Una produzione molto simile al genere di Gomorra, con tanti personaggi ed intrighi che cercherà anche il successo internazionale, debuttando non solo in Italia, ma in circa 190 paesi, grazie a Netflix. Un evento attesissimo ed imperdibile.