Autore: Fabrizia Volponi

Storie Italiane, Edoardo Vianello: «La morte di mia figlia è stata una catastrofe»

Ospite di Storie Italiane, Edoardo Vianello ha parlato della morte della figlia Susanna, avvenuta lo scorso aprile in pieno lockdown. Le sue parole commuovono i telespettatori.

Edoardo Vianello, ospite di Storie Italiane, ha raccontato ad Eleonora Daniele la terribile perdita della figlia Susanna. La donna è morta improvvisamente lo scorso aprile, in pieno lockdown. Le parole del cantautore hanno commosso i telespettatori.

Edoardo Vianello: la morte della figlia

Nel corso dell’ultima puntata di Storie Italiane, Edoardo Vianello è stato ospite in collegamento per parlare del vaccino contro il Covid-19. L’esistenza del cantautore è stata stravolta da una morte improvvisa, quella della figlia Susanna. La donna non è scomparsa a causa del Coronavirus, ma lui preferisce pensare che sia così. Edoardo, com’è normale che sia, è molto provato e il suo volto non è più quello di un tempo.

Ha raccontato: "È stato inaspettato. Non c’erano stati segnali. Una catastrofe sulla mia vita così pesante non me l’aspettavo, difficile da mandare giù. La sento sempre con me. Aspetto sempre la sua telefonata. È come se fosse una cosa raccontata da altri ma non avvenuta. Noi ci vedevamo sempre per le partite di calcio, era romanista come me, era una scusa per pranzare assieme. La sua morte è avvenuta assieme alla pandemia. C’è stata una rivoluzione totale nella vita e io faccio finta che sia colpa della pandemia, è l’unico modo per sopravvivere".

Vianello ha rivelato che la sua adorata Susanna è morta improvvisamente lo scorso aprile. Il dolore è stato ed è ancora talmente forte, che preferisce attribuire il suo decesso al Covid. Soltanto così riesce a trovare una motivazione per andare avanti.

L’ancora di salvezza di Edoardo

Dopo la morte di Susanna, la vita di Edoardo è completamente cambiata, tanto che la paragona ad una catastrofe. In tutto questo dolore, però, il cantautore ha un’ancora di salvezza: suo nipote.

"Ha 23 anni, ci dà la forza di andare avanti", ha ammesso commosso Vianello.

Nel corso dell’ospitata a Storie Italiane, Edoardo ha parlato anche dell’importanza del vaccino. A suo parere, la popolazione dovrebbe affidarsi ai medici e agli operatori sanitari e aderire in massa alla campagna di vaccinazione.

Ha dichiarato: "Penso che vada fatto il vaccino. Se non ci fidiamo della scienza non abbiamo altre ancore di salvataggio. Ci hanno studiato tantissimo persone, lo stanno utilizzando milioni di persone e non ci sono effetti negativi. Quando andiamo in pronto soccorso o all’ospedale ci affidiamo a chi ne sa più di noi, affidiamo la nostra vita a un medico. Io sono favorevolissimo e non vedo l’ora, il problema è quando verremo vaccinati e se ci sono le persone adatte a vaccinarci”.

Edoardo ha concluso il suo intervento lanciando un appello alla popolazione: «fidarsi dell’Oms e della Fda (Food and Drug Administration, ndr)».