Si rinnova il cassetto previdenziale del contribuente: tutte le novità

Si rinnova il cassetto previdenziale del contribuente: tutte le novità

Il cassetto previdenziale del contribuente è stato di recente rinnovato, ne informa i cittadini il messaggio n. 4702/2020 dell’Inps. Vediamo quali sono le novità introdotte nel sistema allo scopo di migliorarne e ampliarne l’utilizzo da parte dei cittadini.

Attraverso il messaggio n 4702 del 14 dicembre 2020, l’Inps ha informato i cittadini del rinnovo del cassetto previdenziale del contribuente. Lo strumento, nato per fornire tutte le informazioni sulla posizione contributiva di ogni singolo cittadino, da oggi si presenta come una vero e proprio contenitore unico che vanta nuovi strumenti e una gestone indipendente delle applicazioni che possono anche essere selezionate allo stesso temo e vengono mostrate tramite singole finestre.

La peculiarità di questo nuovo sistema è quella di rendere possibile la presenza di tutte le attuali applicazioni esistenti nei cassetti riferiti alla gestione di ogni tipologia di posizione contributiva.

Le principali novità del cassetto previdenziale del contribuente

Le novità introdotte all’interno del cassetto previdenziale del contribuente sono davvero numerose e molto interessante per i cittadini. Per accedere all’applicazione è necessario andare sul sito istituzionale dell’Inps e cercare la sezione “Servizi per le Aziende e Consulenti”.

Una volta raggiunta questa parte del sito, si noterà subito un nuovo menù multi-gestione che viene creato in modo dinamico in base alla profilazione dell’utente collegato e alla specifica tipologia della sua posizione contributiva. A breve verranno anche inserite nuove funzioni specifiche dedicate a chi lavora come dipendente pubblico. Attualmente è possibile consultare il manuale utente cliccando sul collegamento “HELP” presente nel menù principale e molto utile per avere chiaro il funzionamento dell’applicativo.

Una seconda novità è legata alla nuova funzione di Comunicazione Bidirezionale 2.0, ovvero un sistema per l’invio di una richiesta o di una comunicazione specifica. La novità riguarda sia quello che vede il cittadino nel suo portale, sia quello che accade del back office allo scopo di migliorare il livello di servizio offerto. Risulta possibile inviare alla struttura territoriale competente una richiesta o una comunicazione specifica, legata a un definito ambito presente all’interno del cassetto previdenziale ovvero certificazioni, versamenti, regolarità contributiva, UniEmens e molto altro ancora.

Nello specifico, ogni richiesta o comunicazione inviata tramite questa funzionalità si tradurrà in automatico in un quesito di back office per le strutture territoriali. Se si desidera, si potranno ricevere in tempo reale email e SMS della protocollazione e smistamento della struttura territoriale competente. Infine, le comunicazioni precedenti inviate e ricevute da aziende, amministrazioni e intermediari verranno memorizzate all’interno del portale e potranno essere lette ogni volta che si desidera.

Sarà anche possibile allegare alla richiesta una documentazione di supporto fino a un massimo di massimo di tre file, allegati al quesito sotto forma di file compressi, e si potrà anche visualizzare lo stato della propria richiesta per capire se è aperta, in carico oppure chiusa.

Tramite l’”Agenda Appuntamenti” è possibile prenotare appuntamenti anche per posizioni contributive diverse rispetto alla propria e ad altre gestioni previdenziali. Attualmente risulta possibile operare solo per posizioni diverse rispetto ad Aziende UniEMens, ma successivamente sarà possibile fare lo stesso anche per altre gestioni.