Autore: Annarita Faggioni

Scuola

Scuola: Comune Viterbo offre 310 mila euro per misure anti CoVid-19

Il sindaco di Viterbo ha deciso di investire parte del bilancio per finanziare le misure anti CoVid-19 all’interno delle scuole

Il sindaco di Viterbo Arena ha deciso di utilizzare i 310 mila euro ottenuti con il bando del Miur per l’edilizia leggera nella scuola per interventi che possono garantire il rispetto delle regole anti contagio per il CoVid-19 negli istituti scolastici del territorio.

Il bando, infatti, risale a prima dell’emergenza sanitaria e serviva ad adeguare le strutture e a venire incontro agli interventi di manutenzione ordinaria nei complessi scolastici. Vista la pandemia, però, il sindaco Arena e l’assessore ai lavori pubblici Laura Allegrini hanno pensato che fosse meglio usare questi soldi per adeguare le scuole alle nuove norme di distanziamento sociale per gli alunni e non solo.

Il Comune di Viterbo aveva presentato al bando del ministero progetti per 5 scuole. Dall’amministrazione comunale assicurano che questi interventi si faranno lo stesso, anche se i fondi avranno un’altra destinazione per via dell’emergenza.

Come verranno utilizzati i 310 mila euro

I fondi ottenuti dal Comune di Viterbo si useranno per acquistare i banchi singoli utili per il distanziamento sociale. In più, ci saranno piccoli interventi edilizi utili per rispettare le nuove regole per evitare il contagio da CoVid-19 in classe.

I ragazzi dei 5 istituti scolastici di Viterbo potranno tornare a scuola a settembre con una sicurezza maggiore. In più, le misure adottate per affrontare il contagio saranno utili anche dopo, quando l’emergenza sarà finita. Infatti, le strutture distanziate saranno utili per evitare l’odioso fenomeno delle classi pollaio e i ragazzi potranno contare su nuovi spazi su misura per loro.

Ora il Comune attende dal ministero le modalità per ottenere i fondi già vinti da bando. Secondo l’amministrazione comunale si tratta di un tempo abbastanza breve, che permetterà alle scuole di essere pronte prima dell’arrivo dei ragazzi a settembre 2020.

“Comuni, province, città metropolitane potranno iniziare i lavori da subito, con adeguamento e adattamento funzionale e per forniture di arredi e attrezzature scolastiche idonei a favorire il necessario distanziamento tra gli studenti.”

APPROFONDISCI: Covid-19 e rientro a scuola, Arcuri illustra le nuove regole: test sierologici e 10 milioni di mascherine al giorno

Così spiegano dal sito ufficiale del Comune, che ha dato la notizia e predisposto i progetti da presentare al Miur che si sono poi rivelati vincitori nella gara pubblica.

Il bando interessa le città metropolitane, ma anche i piccoli Comuni che hanno sul proprio territorio almeno un istituto scolastico. Anche se il bando non era pensato per la pandemia, si è rivelato uno strumento efficace per rispondere alle nuove esigenze del mondo della scuola e degli studenti, almeno nel territorio di Viterbo.

Il sindaco Giovanni Arena ha espresso soddisfazione per il lavoro svolto dal personale del Comune e dai tecnici in così poco tempo e ha ringraziato il Miur. Anche se appartenente a Forza Italia, il sindaco ha voluto comunque ringraziare per i fondi che serviranno per la scuola in quel di Viterbo.