Santo del giorno, oggi 11 marzo: di chi è l’onomastico?

Il santo del giorno, oggi 11 marzo, è San Costantino, un personaggio storico che è diventato anche molto importante per la Chiesa cattolica, la cui vita è stata completamente cambiata dalla fede, un po’ come è accaduto per Sant’Agostino.

Per chi non può consultare il calendario, ma vuole comunque rimanere aggiornato sulle ricorrenze religiose, in questo articolo vediamo nel dettaglio la storia e il culto del santo del giorno, con le informazioni sull’onomastico nel caso in cui qualcuno abbia il nome legato al personaggio di cui oggi ricorre la data.

Il santo di oggi è San Costantino, ma non è l’unico personaggio religioso ad essere venerato in questa giornata e quindi vedremo anche quali sono gli altri santi. fu re dell’attuale Cornovaglia, e anche assassino, ma divenne poi sacerdote e morì cercando di evangelizzare i pagani scozzesi.

Il Santo di del giorno non è solo un’occasione per rendere omaggio e fare gli auguri a chi porta il nome di Costantino, ma soprattutto per ricordare un personaggio religioso vicino ad alcuni luoghi o comunque fondamentale per la Chiesa.

Anche se ci sono santi molto più festeggiati rispetto al santo di oggi, come ad esempio San Giuseppe il 19 marzo che è anche la festa dei Papà, con i tipici dolci e molte iniziative, o come altre ricorrenze legate al santo del giorno come quelle di Santa Lucia, 13 dicembre, molto spesso ritenuto il giorno più breve dell’anno, anche San Costantino è stato importante, e il suo culto è osservato da tutta la Chiesa Cattolica.

Vediamo allora tutto sul santo del giorno, San Costantino, la sua storia e il culto, e gli altri santi di oggi, che a volte sono meno noti.

Santo del giorno, 11 marzo: storia e culto di San Costantino

San Costantino è vissuto nel VI secolo, fu re dell’attuale Cornovaglia e la tradizione tramanda che la prima metà della sua vita fu sotto il segno della scelleratezza. Fu sacrilego nei comportamenti, assassino, e lasciò la moglie, figlia del re di Bretagna Armoricana, per essere più libero.

Successivamente si convertì al cristianesimo e cambiò radicalmente stile di vita, dapprima abbandonando il trono e poi ritirandosi in un monastero irlandese. Dopo sette di vita in austerità e penitenza, studiando le sacre scritture, fu consacrato sacerdote.

Iniziò così la sua seconda esistenza, ma in questa nuova veste incontrò la morte. Fu infatti invitato in Scozia sotto la direzione di San Columba, per evangelizzare le popolazioni. Lì fu martirizzato dai pagani e da quel momento la sua vita è stata testimonianza di come la fede può far cambiare le persone.

Nell’iconografia è raffigurato con gli attributi della corona e della palma del martirio e non va confuso con altri omonimi santi delle regioni nord europee come San Costantino re di Strathclyde, San Costantino I re di Scozia e San Costantino II re di Scozia.

Santo del giorno, 11 marzo: gli altri santi di oggi

Oltre a San Costantino, oggi si celebra anche San Benedetto di Milano Vescovo, San Domenico Cam Martire del Tonchino, Sant’ Eulogio di Cordoba Sacerdote e martire, Beato Giovanni Kearney Sacerdote e martire, Beato Giovanni Righi da Fabriano, Santi Marco Chong Ui-bae e Alessio U Se-yong Martiri, Sant’ Oengus il Culdeo, San Pionio (o Pione) di Smirne Martire, Santa Rosina di Wenglingen Vergine, martire, San Sofronio di Gerusalemme Patriarca, Beato Tommaso Atkinsons Sacerdote e martire, Santi Trofimo e Tallo Martiri di Laodicea di Frigia e San Vindiciano di Cambrai-Arras.