Santo del giorno: il 19 giugno è San Romualdo

Il santo del giorno è San Romualdo, un onomastico per pochi. Vediamo quali sono gli altri santi di oggi, 19 giugno.

Il santo del giorno è San Romualdo, il monaco e abate nativo di Ravenna che fondò l’eremo di Camaldoli. Scopriamo tutto sulla sua storia e la nascita del suo culto.

San Romualdo segna l’onomastico per i pochi che portano questo nome, non così diffuso in Italia. Tuttavia oggi, 19 giugno, la Chiesa celebra altri personaggi come santi del giorno ed è possibile che qualcuno scelga proprio la data odierna per il proprio onomastico.

Tra questi ci sono San Donato di St-Diè, Beato Gerlando d’Alemagna, San Lamberto di Saragozza, i Beati Sebastiano Newdigate, Umfrido Middlemore e Guglielmo Exmew, e Beato Tommaso Woodhouse.

Santo del giorno, 19 giugno: San Romualdo

S. Romualdo nacque a Ravenna tra il 951 e il 953 dalla nobile famiglia degli Onesti. Nonostante l’aristocrazia, il padre non fu un uomo pio e Romualdo dovette assistere all’uccisione di un uomo da parte del genitore durante un duello. Allora si ritirò in preghiera in monastero per 40 giorni, dopo i quali si decise a vestire l’abito religioso.

Dopo tre anni, abbandonò il paese si ritirò vicino Venezia, dall’eremita Marino. Dopo vent’anni andarono in Francia. Fu di esempio per tanti giovani seguaci e tornò in Italia per assistere alla conversione del padre. Provò a raggiungere terre da evangelizzare ma per una malattia dovette tornare in Italia

Giunto ad Arezzo, conobbe un conte di nome Maldolo, padrone di una casa e di una magnifica selva che chiamava CaMaldoli. Il conte, dopo aver riconosciuto San Romualdo, gli lasciò la casa e la selva, così vi costruì anche un eremo per i religiosi dando loro una regola benedettina un po’ modificata.

Dal nome del luogo, questi furono chiamati Camaldolesi. Mori il 19 giugno 1027 a 120 anni nei pressi di Fabriano, dove ancora oggi sono custodite le sue reliquie nella Chiesa dei Santi Biagio e Romualdo.