Autore: Annarita Faggioni

Ricette

Ricetta spiedini di zucchine con speck e provola: un secondo piatto estivo e veloce

Gli spiedini di zucchine con speck e provola sono veloci da fare e si prestano a varie interpretazioni. Ecco come si fanno e a cosa servono

Gli spiedini di zucchine con speck e provola sono un ottimo modo per cenare, oppure per fare un secondo piatto a pranzo velocemente, ma senza rinunciare al gusto. Come si prepara questo piatto e quali sono le diverse varianti?

Spiedini di zucchine con speck e provola: ingredienti e preparazione

Gli ingredienti per questa ricetta sfiziosa e veloce sono per 4 persone. Ecco quali sono:

  • 3 zucchine;
  • 100 gr di provola affumicata;
  • olio quanto basta;
  • sale quanto basta;
  • 12 fette di speck (in realtà, molto dipende da quanti spiedini si fanno);
  • pangrattato quanto basta.

Prima di iniziare, ecco alcune varianti. C’è chi usa la provola fresca e non quella affumicata e altri addirittura la mozzarella. In più, c’è chi usa non solo lo speck, ma anche il prosciutto crudo.

Come si prepara questa ricetta? Per iniziare, si lavano le zucchine senza togliere la buccia e si fa in modo da creare delle strisce. Queste non devono essere né troppo sottili (altrimenti si rompono), né troppo spesse (altrimenti non si piegano).

Quindi, c’è chi consiglia di farle da 0.5 cm di spessore, ma senza prendere le misure con il righello, basta vedere che siano dello spessore giusto per metterli negli spiedini.

Una volta tagliate, le zucchine si mettono sulla piastra e si grigliano velocemente. Poi, si mette un pizzico di sale per insaporire. Una volta che le zucchine grigliate sono fredde, si mette sopra ogni striscia una fetta di speck.

TI POTREBBE INTERESSARE: Ricetta pasta fredda al tonno: come preparare un primo piatto estivo

In più, per i più golosi, nello stesso modo si mettono le fette di provola e di prosciutto. Poi, si arrotola la striscia e si fissa sullo spiedo. Per ogni spiedo, ci devono essere almeno 4 involtini (quindi 4 strisce di zucchina ripiene).

Ora, serve un contenitore per il forno. Quindi, si può usare una pirofila in ceramica, oppure una teglia. Si aggiunge un filo di olio per non ungere (c’è chi usa il burro, ma poi il piatto sarebbe troppo pesante) sul fondo e poi si inseriscono gli spiedini.

Sopra, invece, va disperso un po’ di pangrattato. Il tutto si mette in forno a 180 gradi per 10 minuti. In alcuni casi, potrebbe volerci anche meno. Basta vedere la provola e verificare che stia filando.

In più, si deve vedere anche la zucchina. Se comincia a bruciarsi, è meglio tirare fuori gli spiedini prima di fare danni. Il forno deve essere ventilato. Come si può notare, il piatto va servito caldo, però è molto gustoso e si può mangiare anche nelle serate estive, che sono notoriamente più fresche rispetto al mattino.

In più, gli spiedini si possono gustare, leggermente scaldati, anche il giorno successivo. Per conservarli, basta lasciarli in un luogo asciutto e pulito ben coperti con dell’alluminio, oppure con un coperchio. La cosa importante è non superare le 24 ore dalla cottura, altrimenti va a male.