Autore: Annarita Faggioni

Ricette

Ricetta spiedini al prosciutto e melone: preparazione e varianti

Gli spiedini al prosciutto e melone si preparano in un quarto d’ora al massimo. Ecco come prepararli e alcune dritte per fare bella figura a tavola.

Gli spiedini al prosciutto e melone sono il via del pranzo di Ferragosto. Rappresentano un antipasto fresco, da gustare in vista del giorno più caldo dell’anno. Prepareranno quindi il tradizionale pranzo, che non dovrà essere troppo pesante, ma ideale per gestire le alte temperature. Quindi, non serve usare i fornelli per realizzarli. Ecco quali sono gli ingredienti di questa ricetta e come realizzarla.

Spiedini al prosciutto e melone: ingredienti e preparazione

Per realizzare gli spiedini al prosciutto e melone, gli ingredienti per 8 porzioni sono:

  • 1 melone arancio;
  • 100 gr di prosciutto;
  • 250 gr di bocconcini di mozzarella;
  • degli spiedi da cucina.

Come strumento in più, serve uno scavino. Se non è a disposizione in casa, si può anche tagliare il melone in fette e poi a cubetti. La prima cosa da fare è prendere il melone, tagliarlo ed eliminare i semi. A questo punto, ci sono due soluzioni:

  • prendere lo scavino e realizzare delle palline;
  • tagliare a cubetti il melone.

A questo punto, servono gli spiedi. Infatti, inizia la composizione del piatto. Sullo spiedo, si devono alternare:

  • una fetta di prosciutto arrotolata su se stessa;
  • una mozzarella;
  • un pezzo / una pallina di melone.

Per migliorare la ricetta, si può prendere in salumeria direttamente i pezzi di prosciutto, invece delle fette. Così, si potrà tagliare anche il prosciutto a cubetti più grandi. Lo spiedo si impiatta con un po’ di rucola o di insalata verde. Per ognuno, bastano due spiedi.

LEGGI ANCHE: Ricetta cous cous freddo di pollo: ingredienti e preparazione

Spiedini al prosciutto e melone: varianti

Si possono deliziare gli ospiti e i commensali con diverse varianti. Infatti, la composizione può essere anche di 4 o 5 ingredienti diversi. Si può sostituire la feta greca alla mozzarella. Si possono aggiungere altri salumi, come le fette di salame o il prosciutto crudo, lo speck, ecc.

Per chi fa una dieta vegana, gli spiedi si possono creare con verdure diverse: carota, foglia di insalata verde, zucchina (da cuocere e inserire una volta raffreddata), peperone (anche qui, da cuocere e da inserire raffreddato).

Un consiglio utile: lo spiedo non deve essere né troppo carico, né troppo misero. Quindi, è importante inserire nello spiedo almeno 8-10 pezzi in totale. Come cortesia in più, se si sanno i gusti degli ospiti, si può personalizzare inserendo pezzi dello stesso tipo (perché preferiti), oppure si possono dare delle forme ai pezzi (per esempio, se ci sono bambini in casa).

Gli spiedi si possono portare anche al mare, a patto di avere una borsa frigo e dei contenitori adeguati. Purtroppo, non si possono conservare a lungo, quindi se avanzano non si potranno mangiare oltre la sera stessa.

Se avanzano, si prende un contenitore di vetro per alimenti e si richiude. La mozzarella va però presa e riposta in un secondo recipiente con acqua (sempre in frigo). Ora, i commensali sono pronti per un primo piatto estivo spettacolare.