Autore: Annarita Faggioni

Ricette

Ricetta ferragosto, vitello tonnato: ingredienti, preparazione e consigli

Il vitello tonnato si prepara in un’ora, quindi bisogna giocare d’anticipo per prepararlo, anche se la ricetta è semplice.

Il vitello tonnato si può usare come secondo piatto, oppure come antipasto. La ricetta originale che si trova qui di seguito è del Piemonte, ma si presta a tantissime varianti. I tempi di cottura sono un po’ lunghi per via del tonno, ma ne vale la pena. Ecco quali sono gli ingredienti di questa ricetta e come realizzarla.

Vitello tonnato: ingredienti e preparazione

Per realizzare il vitello tonnato, gli ingredienti per 4 persone sono:

  • 800 gr di vitello (magatello o girello);
  • 1 costa di sedano;
  • 1 carota;
  • 1 cipolla dorata;
  • 1 spicchio di aglio;
  • 250 ml di vino bianco;
  • 1,5 di acqua;
  • 1 foglia di alloro;
  • 3 chiodi di garofano;
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • ½ cucchiaino di pepe nero in grani;
  • sale quanto basta;
  • 2 uova;
  • 100 grammi di tonno sott’olio sgocciolato;
  • 3 filetti di acciughe sott’olio;
  • 5 grammi di capperi sotto sale;
  • frutti di cappero per decorare quanto basta.

La prima cosa da fare è lavare, pulire e dividere a dadini le verdure. La cipolla si divide in due parti. Dal sedano si eliminano le estremità prima di tagliare a dadini. L’aglio va tenuto intero, ma tolta la parte esterna.

Si pulisce quindi la carne, togliendo il grasso. Se si dice al macellaio che si sta facendo il vitello tonnato, farà parte del lavoro al posto di chi cucina. In una pentola grande, si mettono: la carne, le verdure, i chiodi di garofano, l’alloro e il pepe nero. Si conclude aggiungendo vino, sale e acqua.

Quindi, si mette tutto sul fuoco. L’acqua deve bollire e si deve eliminare la schiuma. Tolta la schiuma, si abbassa il fuoco e si mantiene per altri 40 minuti. Si può verificare la cottura con un termometro da cucina: la carne, infatti, non deve avere nel cuore la temperatura superiore ai 65 gradi.

Una volta completata la cottura, si toglie la carne e si fa raffreddare a parte. Alloro, pepe e chiodi di garofano hanno fatto il loro dovere e si tolgono dalla pentola. Un terzo del brodo si tiene in cottura lenta per altri 10 minuti. Il resto si può conservare per successive ricette.

Ora, si fanno le uova sode, con un pentolino di acqua salata e inserendo due uova. A fuoco vivo, dovrebbero essere pronte in 10 minuti. Si scolano, si passano sotto l’acqua corrente fredda e si lasciano raffreddare per pulirle. Si dividono in 4 parti, si aggiungono le verdure e si sgocciola il tonno, per poi inserirlo con gli altri ingredienti in una ciotola.

Si aggiunge quindi brodo (quel terzo preparato prima), acciughe e e capperi. Tutto questo va frullato per creare la salsa tonnata. Infine, si taglia la carne a fette, si mette la salsa e i frutti di cappero e si serve.

Vitello tonnato: come conservarlo

Il vitello si può tenere per massimo 2 giorni in frigo con la pellicola sopra. La salsa, invece, va conservata in un contenitore di vetro da mettere a parte in frigo, ma anche qui non si conserva a lungo. Ecco un consiglio per il primo piatto di Ferragosto!