Autore: Elisa Cardelli Ceroni

Assicurazione auto

Revisione auto 2021: previsto un aumento

La Commissione Bilancio ha approvato un emendamento che costringerà gli automobilisti a pagare un prezzo più salato per la revisione dell’auto. Scopriamo a quanto ammonterà la tariffa delle revisioni dei veicoli nel 2021.

Fra le modifiche al disegno di Legge di Bilancio 2021 è presente anche un emendamento che interesserà molto gli automobilisti. La Commissione Bilancio ha infatti approvato un emendamento che costringerà il Ministero dei Trasporti ad aumentare il prezzo delle revisioni dei veicoli entro il 30 gennaio 2021. Con l’approvazione di tale emendamento ci sarà quindi un incremento di 9,95 euro della tariffa relativa alla revisione delle automobili, delle moto e dei camion.

Quanto costerà la revisione nel 2021?

Dal prossimo anno mettersi in regola con le norme di sicurezza stradale avrà un costo in più, infatti a partire dal 30 gennaio 2021 ci sarà un incremento di 9,95 euro rispetto alla tariffa attuale.

Questo accadrà in quanto la Commissione Bilancio ha approvato in via definitiva alla Camera un emendamento che prevede proprio l’aumento del costo della revisione dei veicoli. La tariffa dunque passerà dai 45 euro attuali a 54,95 euro, a questo prezzo andranno poi aggiunti i costi relativi all’IVA (12,09 euro), ai diritti di motorizzazione (10,20 euro) e il corrispettivo del servizio di versamento postale (1,78 euro).

La somma totale dovrà quindi essere versata per revisionare la propria automobile sarà uguale a 79,02 euro, ma la cifra potrà essere ancora più elevata nel caso in cui si decida di fare la revisione presso officine non autorizzate.

Tenendo conto del fatto che nel 2019 sono state effettuate all’incirca 17,2 milioni di revisioni, dal 2021 gli italiani pagheranno complessivamente oltre 200 milioni di euro in più all’anno. A guadagnarci saranno soprattutto i centri di revisione privati, che durante l’anno revisionano più del 93% dei veicoli totali.

Allo Stato andranno invece almeno 35 milioni in più rispetto al 2019, provenienti dall’aumento dell’IVA.

Buono veicoli sicuri

All’interno della Legge di Bilancio 2021 è presente un buono veicoli sicuri dal valore di 9,95 euro, questo per bilanciare l’aumento del prezzo di revisione di cui abbiamo parlato poco sopra. Questo bonus sarà destinato a chi dovrà sottoporre il proprio veicolo alla revisione tra il 2021 e il 2023.

Le modalità di attuazione del buono non sono ancora state definite, infatti i dettagli saranno stabiliti entro il 30 gennaio 2021 da un decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Il bonus in questione potrà essere sfruttato solo per un veicolo e per una sola volta nel triennio 2021-2023. Partendo da quest’ultima considerazione, sui circa 17 milioni di italiani che ogni anno sottopongono il proprio veicolo alla revisione obbligatoria, saranno quindi solo 402mila coloro che potranno usufruire di questa agevolazione.

In realtà, questo buono non potrà però essere richiesto da tutti i cittadini in quanto sono stati stanziati 4 milioni di euro all’anno per questa iniziativa e di conseguenza, proprio come nel caso del bonus occhiali e del bonus telefono, non è da escludere che i beneficiari siano esclusivamente i meno abbienti.