Autore: Stefano Calicchio

Sussidi di disoccupazione - INPS

Reddito di emergenza novembre e dicembre 2020: attenzione alla scadenza del 30/11, ecco come fare domanda e quando arriva il pagamento

Il reddito di emergenza rappresenta una misura straordinaria di welfare pensata dopo lo scoppio della crisi dettata dal coronavirus per quelle famiglie che non possono percepire altri aiuti di welfare.

Il mese di novembre e dicembre 2020 si apre al pagamento del reddito di emergenza per molti nuclei familiari che stanno vivendo una temporanea difficoltà economica dovuta all’emergenza coronavirus e che non possono accedere agli altri meccanismi di welfare per via della mancanza di requisiti. A livello pratico, la misura è stata pensata inizialmente con il decreto rilancio e già prorogata con il decreto agosto, mentre una ulteriore estensione è stata decisa all’interno del decreto ristori.

Proprio all’interno di quest’ultimo sono state confermati i vincoli necessari per poter fruire del beneficio, tra i quali troviamo la residenza in Italia, un reddito familiare inferiore a 15mila euro e l’assenza di percezione di altre indennità, oltre a un valore patrimoniale nel 2019 inferiore a 10mila euro (aumentato di 5mila euro per ogni componente e con un tetto massimo di 20mila euro). Infine, il reddito mensile percepito deve risultare inferiore a quello del beneficio stesso.

Reddito di emergenza per novembre e dicembre 2020: ecco quanto spetta, come fare domanda e quando viene pagato

Stante la situazione appena descritta, viene confermata anche l’erogazione del reddito di emergenza pagato per il mese di novembre e dicembre 2020. Si va da un minimo di 400 a un massimo di 800 euro al mese (840 euro se è presente una persona con grave disabilità) in base alla situazione specifica.

A titolo di esempio, vengono garantite:

  • 400 euro per un adulto;
  • 560 euro per due adulti;
  • 640 euro per due adulti e un minorenne;
  • 720 euro per due adulti e due minorenni;
  • e così via.

Infine, per quanto concerne il punto sulle informazioni pratiche, chi ha già ottenuto il reddito di emergenza in precedenza e continua a rispettare i requisiti previsti dalla legge non dovrà inoltrare una specifica domanda per le ulteriori due mensilità di novembre e dicembre 2020 perché il bonifico sarà effettuato automaticamente da parte dell’Inps.

Per tutti gli altri è invece necessario inoltrare all’ente pubblico di previdenza un’apposita pratica e non oltre il prossimo 30 novembre. In caso di accettazione della domanda, il pagamento arriva entro 30 giorni. Al riguardo l’ente pubblico di previdenza ha evidenziato che non c’è un giorno di pagamento specifico, perché quest’ultimo dipende dalla lavorazione della pratica.