Reddito di cittadinanza e reddito di emergenza, le novità del governo

Nel decreto emergenziale del governo Draghi aumenti dotazioni per il RDC e nuovo reddito di emergenza.

Che si chiami decreto Ristori o decreto Sostegno, o ancora, decreto Indennizzi poco cambia. Infatti parliamo del decreto emergenziale del governo Draghi, il primo decreto di aiuto a famiglie e imprese del nuovo esecutivo.

In attesa del testo definitivo, dalle ultime notizie traspare l’intenzione del governo di aiutare le persone più in difficoltà con le due misure più note e più usate in questi mesi.

Si tratta del reddito di cittadinanza e del reddito di emergenza. La prima misura, ormai strutturale e in pianta stabile nel nostro ordinamento. La seconda invece, misura emergenziale nata proprio in questi lunghi mesi di pandemia.

Reddito di cittadinanza aumenti in arrivo

Potrà piacere o no ma anche i detrattori del reddito di cittadinanza dovranno ammettere che soprattutto in questa fase storica in cui l’emergenza Covid si è incastonata in una altrettanto grave emergenza economica, il sussidio ha dato una grande mano.

E forse per questo che il governo Draghi adesso che deve varare il nuovo decreto emergenziale, prevede un finanziamento aggiuntivo per il reddito di cittadinanza. Un surplus di fondi che porteranno ad un aumento della platea dei beneficiari del sussidio. E potrebbe rivelarsi un aumento importante che potrebbe oscillare tra il 20% e il 25%.

Più che una ferma volontà di potenziare la misura da parte del governo, l’aumento dei destinatari è dovuto all’aumentare delle situazioni di grave crisi economica nella popolazione.

Si stima infatti che nel 2021, i beneficiari del reddito di cittadinanza aumenteranno più o meno di un quarto rispetto al 2020 e per questo ci saranno tra le 500mila e le 700mila persone in più da finanziare. Le dotazioni aggiuntive si dovrebbero aggirare intorno al miliardo in più.

Nuove rate per il reddito di emergenza

Sul Reddito di cittadinanza si è espresso pure il Presidente dell’Inps, Pasquale Tridico. «Oggi sono beneficiari del Rdc oltre 1,2 milioni di famiglie, 2,9 milioni di persone, per un importo del valore medio di 543 euro, con una spesa mensile di 688 milioni. Se proseguissimo con questo trend per 12 mesi, servirebbero 8,2 miliardi quindi circa 1 miliardo in più rispetto alle risorse fin qui assegnate», queste le parole del Presidente Tridico, che pertanto chiede dotazioni aggiuntive che il governo pare intenzionato a concedere.

Ma quando si parla di aiuti alle famiglie in difficoltà che verranno finanziati dal governo con il nuovo decreto, non si può non parlare del reddito di emergenza. La misura sarà rinnovata, dopo le 5 mensilità già erogate tra decreto Rilancio, decreto Agosto e decreto Ristori uno.

E nel nuovo decreto dovrebbero arrivare altre due mensilità aggiuntive. Automatiche per chi lo ha già percepito l’ultima volta e dietro domanda per chi deve richiederlo per la prima volta. Leggi anche: Decreto Sostegno, ipotesi bonus da 1000 euro: a chi sarà destinato?