Reddito di cittadinanza, bonus fino a 4.680 euro: cosa si può fare e come presentare domanda

Reddito di cittadinanza, bonus fino a 4.680 euro: cosa si può fare e come presentare domanda

Nuovo messaggio Inps sul bonus per l’autoimprenditorialità per i beneficiari del reddito di cittadinanza

Con un recente messaggio l’Inps ha prodotto i chiarimenti utili ai beneficiari del reddito di cittadinanza che intendono sfruttare la possibilità di fruire del bonus sulla auto imprenditorialità. Parliamo della misura che prevede un bonus fino a 4.680 euro per chi decide di mettersi in proprio ed aprire una attività. Il messaggio dell’Inps è il n° 3212 del 24 settembre scorso. Ecco cosa ha spiegato l’Inps e cosa occorre fare per poter entrare in possesso del bonus.

Reddito di cittadinanza e bonus aggiuntivo fino a 4.680 euro, la guida

Con la pubblicazione sul portale ufficiale del messaggio n° 3212 del 24 settembre 2021, l’Inps ha prodotto tutte le istruzioni per accedere all’incentivo all’autoimprenditorialità. Si, perché si tratta di un incentivo, una soluzione per chi tra i beneficiari del reddito di cittadinanza, ha interesse a mettersi in proprio.

L’Inps ha anticipato che presto al messaggio già pubblicato due giorni fa, seguirà la canonica circolare esplicativa. Nel frattempo l’Istituto ha pensato bene di produrre le istruzioni per le domande. La domanda va presentata sempre all’Inps. I soggetti interessati sono coloro i quali si trovano nei primi 12 mesi di fruizione del beneficio.

L’importo del bonus per l’autoimprenditorialità è fino a 4.680 euro, che è il corrispettivo di 6 mesi di sussidio (780 x 6). In altri termini per chi vuole mettersi in proprio, aprire una propria attività, c’è la possibilità di richiedere fino a 6 mesi di sussidio in soluzione unica.

La possibilità del bonus autoimprenditorialità al via

Prevista direttamente dal decreto che ha istituito il reddito di cittadinanza, la misura finalmente è ai nastri di partenza. Infatti la possibilità di sfruttare 6 mesi di sussidio in unica soluzione è contemplata dal decreto n° 4 del 2019 (cd. decretone), precisamente all’articolo n° 8. Ai beneficiari del reddito di cittadinanza che avviano un’attività lavorativa autonoma, un’impresa individuale o una società cooperativa viene concessa la facoltà di usufruire di un bonus addizionale pari a 6 mesi di sussidio anticipato.

Come presentare domanda per il bonus reddito di cittadinanza

Gli interessati devono produrre domanda direttamente sul sito dell’Inps utilizzando il canale telematico predisposto. Il modello da utilizzare è il “RdC-Com Esteso”. L’invio dell’istanza può essere fatto direttamente dal sito dell’Istituto, accessibile con Spid, Cns o Cie. In alternativa all’espletamento della procedura si può utilizzare l’assistenza gratuita dei patronati o dei Caf.

Bonus reddito di cittadinanza, i beneficiari in sintesi

Ricapitolando, possono avere accesso al bonus per mettersi in proprio a lavorare, i beneficiari del reddito di cittadinanza che rispettano determinati requisiti. Nello specifico occorre che:

  • Il richiedente deve risultare componente di un nucleo familiare che al momento della presentazione della domanda, risulta beneficiario del reddito di cittadinanza in corso di erogazione;
  • Il richiedente abbia avviato una attività imprenditoriale, una impresa individuale, sia diventato socio di una cooperativa o in genere, sia diventato lavoratore autonomo, nel corso dei primi 12 mesi di fruizione del reddito di cittadinanza;
  • Il richiedete non deve aver chiuso nei 12 mesi precedenti la domanda di bonus, una attività lavorativa in proprio.