Autore: Stefano Calicchio

INPS - Ammortizzatori sociali

Reddito di Emergenza, pagamento di novembre e dicembre 2020, Catalfo: da oggi disponibili le nuove domande sul sito Inps

Sul reddito di emergenza arrivano nuove dichiarazioni dalla Ministra del Lavoro Catalfo. A partire da oggi 13 novembre 2020 sono disponibili le modalità per richiedere il beneficio di welfare.

Il contrasto alla grave crisi economica dettata dal Coronavirus passa anche per il reddito di emergenza, un provvedimento di sostegno erogato dall’ente pubblico di previdenza e pensato dal governo al fine di sostenere quei nuclei familiari che si sono trovati improvvisamente in difficoltà e che non hanno avuto accesso agli altri provvedimenti di welfare attualmente disponibili.

L’esecutivo ha quindi avviato un provvedimento finalizzato a garantire fino a 840 euro a seconda della specifica situazione, sulla base del modello ISEE. A tal proposito, ricordiamo innanzitutto che chi ha già fatto domanda della terza rata vedrà concretizzarsi un pagamento automatico anche per le due mensilità aggiuntive di novembre e dicembre decise a seguito dei nuovi provvedimenti restrittivi alla mobilità. Al contrario, chi ha incassato solo le prime due mensilità sarà chiamato a presentare una nuova richiesta.

TI POTREBBE INTERESSARE: Assegno unico 2021 in Manovra per figli: a chi spetta, come funziona e quando arriva

Reddito di emergenza, le dichiarazioni della Ministra Catalfo per il pagamento di novembre e dicembre

A tal proposito, con il messaggio di ieri 12 novembre 2020 (numero 4247) l’Inps aveva confermato ufficialmente le modalità di percezione delle ulteriori due mensilità relative al reddito di emergenza. Mentre a partire da oggi “sono disponibili le modalità per presentare la nuova domanda per il Reddito di Emergenza per i mesi di novembre e dicembre”, ha spiegato la Ministra del Lavoro Nunzia Catalfo tramite il proprio profilo Facebook.

L’esponente del governo ha spiegato che “di fronte al delicato momento che il Paese sta affrontando, era necessario infatti non solo continuare ad assicurare un aiuto concreto alle famiglie più esposte alla crisi, ma anche garantire un accesso quanto più ampio e semplice possibile”. In questo modo, “proteggiamo chi è più in difficoltà. Insieme, supereremo anche questa prova”.

TI POTREBBE INTERESSARE: Tredicesima 2020 per lavoro e pensioni Inps: calcolo, a chi spetta e quando viene pagata