Piano vaccini Covid-19: nuove assunzioni di medici e infermieri

Piano vaccini Covid-19: nuove assunzioni di medici e infermieri

Per portare avanti nel migliore dei modi il piano vaccini contro il Covid-19, il governo assume 3.000 medici e 12.000 infermieri e assistenti sanitari a tempo determinato. Scopriamo i dettagli su come e quando presentare la domanda e vediamo quali sono i requisiti.

Il piano vaccini contro il Covid -19 ha stabilito, tra le altre cose, che ci saranno nuove assunzioni di medici, infermieri e assistenti sanitari in vista della vaccinazione anti-Covid che riguarderà tutta la popolazione italiana. Nello specifico, il commissario straordinario all’emergenza, Domenico Arcuri, ha emanato un avviso pubblico allo scopo di assumere fino a 3.000 medici e 12.000 infermieri e assistenti sanitari con un contratto a tempo determinato.

I professionisti sanitari che verranno scelti, sosterranno la campagna di somministrazione del vaccino all’interno delle 1.500 strutture che già sono state individuate su tutto il territorio nazionale Vediamo quali sono i requisiti necessari per fare domanda e come farlo in maniera corretta.

Requisiti necessari per fare domanda

Oltre a tutti i cittadini italiani nel pieno godimento dei diritti civili e politici, potranno candidarsi anche i cittadini dei Paesi dell’Unione europea e i cittadini dei Paesi Extra-Europei che conoscono la lingua italiana e che sono in possesso di permesso di soggiorno e godono dei diritti civili e politici nel proprio Stato di appartenenza.

Per presentare la domanda è necessario anche avere idoneità fisica all’impiego e non si deve essere stati destituiti dai pubblici uffici. Risulta essenziale anche non aver riportato condanne penali e non essere decaduti da un impiego statale per averlo conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.

I medici, per presentare la domanda, devono avere una laurea in medicina e chirurgia e l’abilitazione all’esercizio della professione, inoltre dovranno essere regolarmente iscritti all’albo professionale di appartenenza. Gli infermieri devono avere una laurea in infermieristica ed essere iscritti al competente albo professionale di appartenenza.

Gli assistenti sanitari devono possedere una laurea in Assistenza Sanitaria ed essere iscritti nel proprio albo professionale. I cittadini stranieri dovranno mostrare il riconoscimento della propria qualifica professionale di medico, infermiere e assistente sanitario.

Come candidarsi

A partire dal 16 dicembre 2020, i medici, gli infermieri e gli assistenti sanitari interessati, potranno inviare le loro candidature per via telematica sul sito del Governo. Potranno inviare la domanda tutti i medici pensionati, i laureati, gli infermieri e gli assistenti sanitari italiani, Ue ed extra Ue.

I contratti avranno una durata di massimo nove mesi e saranno rinnovabili esclusivamente in caso di necessità. La selezione non è rivolta a tutti coloro che già hanno un contratto in essere con datori pubblici o privati e che operano nel settore sanitario.

Il commissario Arcuri ha commentato l’avviso pubblico emanato affermando che si tratta di un «richiamo accorato alla responsabilità e alla solidarietà da parte di quei cittadini italiani che possono aiutarci ad effettuare la più grande campagna di vaccinazione di massa degli ultimi decenni con efficacia e tempestività».

È anche già partita la gara per selezionare fino a cinque agenzie per il lavoro con le quali il Commissario Straordinario stipulerà un accordo quadro per la selezione, assunzione e la gestione amministrativa del personale sanitario che sarà impegnato nella somministrazione dei vaccini. La scadenza è fissata per le ore 18 del 28 dicembre e le domande possono essere presentata solamente online tramite il portale Invitalia.