Autore: Davide Scorsese

INPS - Mobilità

Permessi legge 104: cosa cambia tra maggio e giugno?

Ecco cosa cambierà per le proroghe dei permessi della legge 104 in vista del mese di giugno.

La Legge 104 dal momento in cui è stata istituita ha dato possibilità a molti italiani di potersi prendere cura dei propri familiari con disabilità in modo concreto, essendo sempre presenti in ogni contesto. Con l’arrivo della pandemia da Codiv-19 i permessi messi a disposizione dalla legge in questione sono stati molti di più rispetto a quelli che questa solitamente prevede. Vediamo cosa è cambiato e cosa cambierà.

Legge 104, come cambiano i permessi nella Fase 2

Nel picco di pandemia da Covid-19, nel cuore di marzo e aprile, sono aumentati i permessi della legge 104, soprattutto per sopperire alla mancanza di lavoro. Insomma, un incremento non solo per i diretti interessati, ma anche per i loro familiari che hanno dovuto incrementare l’assistenza. Ma cosa cambia adesso in questa fase 2?

Ecco, dunque, la situazione dei permessi: tre giorni concessi a maggio, così anche a giugno e che potrebbero diventare 12 giorni per entrambe i mesi. I premessi non fruiti non potranno essere cumulati.
Per quanto riguarda i permessi extra, invece bisognerà attendere il Decreto rilancio che attuerà maggiori chiarimenti sulla legge 104 e su come usufruirne in questa complicata Fase 2. Non ci resta che attendere, dunque le prossime decisioni governative.