Autore: Martina Bianchi

Pensione

25
Mag 2020

Pensioni ultima ora: pronti i tagli, ecco per chi saranno più dolorosi

La crisi economica e il crollo del PIL porteranno degli inevitabili tagli sulle pensioni. Vediamo chi colpiranno maggiormente e quando.

Pensioni ultima ora: la crisi economica portata dall’emergenza sanitaria di coronavirus colpirà anche le pensioni, ed era inevitabile. Milioni di lavoratori stanno già subendo gli effetti della crisi ma è bene capire fin da subito che questa si abbatterà anche sulle pensioni. I tagli che le pensioni potrebbero subire saranno inizialmente contenuti ma con il tempo si potrebbero ampliare e diventare più pesanti.

Pensioni ultima ora tagli

Perchè la crisi economica si abbatterà sulle pensioni? Il crollo del PIL che già da quest’anno dovrebbe segnare un 8%. Come ormai tutti ben sappiamo il calcolo della pensione si basa su 3 sistemi: retributivo, contributivo e misto.

Mentre il sistema retributivo si basa esclusivamente sulle retribuzione avute nel corso della carriera lavorativa e non è influenzabile da fattori esterno, lo stesso non si può dire per contributivo e misto.

Con la riforma DINI del 1995, infatti, si è stabilito che i contributi versati nell’intera vita lavorativa siano rivalutati in base ai dati PIL degli ultimi 5 anni. Per chi è prossimo alla pensione, quindi, il rischio diventa che la rivalutazione della pensione per la parte dell’assegno relativa al sistema contributivo sia effettuato anche sul PIL di quest’anno.

Per chi lascerà, quindi, il lavoro nel corso del 2022 si potrebbe avere un taglio percentuale dell’assegno spettante proprio a causa del crollo del PIL atteso per il 2020 a causa del coronavirus.

A tal proposito Panorama ha fatto delle ipotesi sulla correlazione tra PIL e rivalutazione della pensione facendo emergere che chi accederà alla pensione tra il 2023 e il 2024 potrebbe subire una riduzione dell’assegno variabile dal 2 al 4%.

Nessuna ripercussione sul calcolo dell’assegno, invece, per chi lascia il lavoro nel corso del 2020 poichè la caduta del PIL relativa proprio a quest’anno non inciderebbe affatto sulla rivalutazione del montante contributivo (visto che si applica il PIL dei 5 anni precedenti).

Per sapere come andare in pensione nei prossimi anni ti invitiamo a leggere anche: Pensione con meno di 20 anni di contributi: è possibile averla e Pensione a 57 anni: 4 misure la permettono