Pensioni scuola 2020: i requisiti della domanda necessaria per uscire dal lavoro

Emergono i requisiti anagrafici e contributivi per le pensioni della scuola nell’anno 2020. Domande da presentare entro il 30 dicembre 2019.

Arrivano importanti aggiornamenti dal Miur in merito alle pensioni del comparto scolastico. Il Ministero ha infatti pubblicato l’attesissima circolare all’interno della quale vengono evidenziati i requisiti da maturare per poter andare in pensione durante l’anno 2020. Un traguardo atteso da molti insegnanti e dipendenti del mondo dell’istruzione.

Cominciamo subito con l’indicare l’importante data di scadenza entro la quale è necessario presentare la propria domanda. Questa è infatti fissata al 30 dicembre 2019. L’unica eccezione prevista è per i dirigenti scolastici, per i quali la data utile è fissata al 28 febbraio.

Inoltre, il Miur ricorda anche che “le domande di trattenimento in servizio ai sensi dell’articolo 1, comma 257, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 modificato dall’art. 1 comma 630 della legge 27.12. 2017 n. 205, ovvero per raggiungere il minimo contributivo continuano ad essere presentate in forma cartacea entro il termine del 30 dicembre 2019”.

Ecco quali sono i requisiti di accesso alla pensione nella scuola per il 2020

Entrando nel merito dei requisiti ricordiamo che per la pensione di vecchiaia è necessario maturare d’ufficio i 67 anni di età al 31 agosto 2020, oppure a domanda al 31 dicembre del 2020. Risulta anche indispensabile aver accumulato almeno 20 anni di versamenti.

La pensione anticipata matura invece per coloro che entro il 31 dicembre 2020 raggiungono i 42 anni e 10 mesi di versamenti. Per le donne basterà invece ottenere i 41 anni e 10 mesi.

Infine, è possibile anche l’accesso alla quiescenza con l’opzione donna e la quota 100. Nel primo caso servono 58 anni di età e 35 anni di versamenti maturati al 31 dicembre 2018. Nel secondo caso è necessario aver conseguito almeno 62 anni di età e 38 anni di versamenti entro il 31 dicembre 2020.