Autore: Giacomo Mazzarella

Pensione

Pensioni: quattordicesima a dicembre? Ecco per chi spetta la mensilità in più

C’è anche la quattordicesima tra le mensilità in più da percepire a dicembre per molti pensionati, ma non per tutti.

La quattordicesima sulle pensioni è una mensilità in più introdotta dal Dl n° 81 del 2007, precisamente dall’articolo 5. Una mensilità in più destinata a determinate categorie di pensionati a basso reddito. Ma c’è un requisito particolare da rispettare per poter rientrare nella quattordicesima mensilità. Parliamo del requisito anagrafico, perché bisogna avere almeno 64 anni di età.

Ed è proprio questo requisito anagrafico a determinare il fatto che ci sono pensionati che riceveranno la quattordicesima mensilità proprio a dicembre, anziché luglio come consuetudine vuole.

Quattordicesima, requisiti di accesso

Prima di approfondire l’argomento quattordicesima a dicembre, con tutto quello che bisogna sapere circa i beneficiari della mensilità aggiuntiva, occorre fare una veloce panoramica sui requisiti di accesso alla mensilità in più e alla platea degli aventi diritto che la legge di Bilancio 2017 ha esteso.

Il diritto alla mensilità in più, cioè alla cosiddetta quattordicesima mensilità è appannaggio di pensionati con assegni fino a 2 volte il trattamento minimo Inps. La platea di pensionati con assegni fino a 1,5 volte il trattamento minimo ha una quattordicesima più alta rispetto ai pensionati con assegni sopra 1,5 e fino a 2 volte il trattamento minimo. La quattordicesima è erogata su tre fasce determinate dagli anni di contributi versati nella carriera lavorativa.

Gli importi variano proprio in base a queste tre fasce. Chi ha redditi entro 10.003,70 euro (1,5 volte il trattamento minimo Inps) percepisce di quattordicesima 655 euro se ha oltre 25 anni di contribuzione versata, 437 euro se ha fino a 15 anni di contribuzione versata e 546 euro se ha tra i 15 ed i 25 anni di contributi.

Se invece il reddito è fino a 13.338,26 (due volte il trattamento minimo Inps), si percepisce 336 euro per chi ha 15 anni di contributi versati, 437 euro per chi ha tra 15 e 25 anni di contribuzione e 546 euro per chi ha oltre 25 anni di versamenti. Va sottolineato che se il pensionato è un ex lavoratore autonomo gli anni di contributi necessari per rientrare in ogni fascia sono aumentati di 3 anni, cioè da 15 a 18, da 25 a 28 e così via.

Quattordicesima a dicembre e non a luglio, perché?

Tornando alla quattordicesima a dicembre e non a luglio, questo dipende dall’età del pensionato. Infatti la quattordicesima a luglio spetta a coloro i quali hanno compiuto i 64 anni entro il 31 luglio dell’anno a cui la quattordicesima si riferisce. Per chi invece compie 64 anni dal 1° agosto in poi, la quattordicesima spetta a dicembre.

E naturalmente non sarà intera, perché verrà erogata una quattordicesima solo per i mesi successivi a quello in cui si compiono gli anni. Un pensionato che è nato il 1° agosto pertanto avrà diritto a 5 mesi di quattordicesima ( per i mesi da agosto a dicembre) e per capire quando si percepisce, occorre dividere la quattordicesima spettante per 12 e moltiplicarla per cinque.