Pensioni maggio 2021 in anticipo: ecco le date di ritiro degli assegni

Gli assegni pensionistici relativi ai pagamenti del mese di maggio 2021 verranno erogati in anticipo a partire dal 26 aprile.

Anche per la prossima mensilità, i pagamenti relativi agli assegni pensionistici del mese di maggio 2021, avverranno in anticipo. Ad annunciare le date di ritiro degli assegni pensionistici, è stata l’ordinanza n.740 del 12/02/2021 emessa dalla Protezione Civile.

«Allo scopo di consentire a Poste Italiane la gestione dell’accesso ai propri sportelli dei titolari del diritto alla riscossione delle predette prestazioni, in modalità compatibili con le disposizioni in vigore adottate allo scopo di contenere e gestire l’emergenza Covid, salvaguardando i diritti dei titolari della prestazione medesima».

Questo è quanto stabilito dall’ordinanza firmata dal capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli. Come per i mesi precedenti, l’assegno previdenziale sarà, dunque, corrisposto a scaglioni e in ordine alfabetico per evitare assembramenti, come da norma anti covid, assicurando, allo stesso tempo, il ritiro ai beneficiari di pensione.

Nei mesi di marzo, aprile e maggio sono stati effettuati i pagamenti relativi alle prestazioni corrisposte dall’INPS, quali assegni pensionistici, assegni di invalidità e accompagnamento per invalidi e civili, sempre in via anticipata a causa dell’emergenza covid.

Molti cittadini sono in attesa di conoscere le date effettive di ritiro del sussidio di pensione, anche, purtroppo, per motivi legati alle difficoltà economiche causate dalla pandemia, disagi economici che hanno costretto molti italiani ad appoggiarsi all’aiuto dei propri genitori pensionati. Le date per il ritiro degli assegni sono state comunicate dalla Protezione Civile mentre il calendario ufficiale sarà reso, poi, disponibile dagli uffici postali o dall’ente previdenziale.

Pagamento pensioni maggio 2021: ecco le date di ritiro degli assegni

I pagamenti relativi al mese di maggio 2021, avverranno dunque per via anticipata e in ordine alfabetico a partire dal 26 aprile 2021 fino al 1° maggio per chi ritira l’assegno in contanti. Secondo quanto ha precisato la Protezione Civile il beneficio mensile potrà essere ritirato nei giorni stabiliti, in ordine alfabetico, secondo l’iniziale del cognome. Più precisamente, potranno ritirare l’assegno di pensione, i cognomi:

  • Dalla A alla B, il 26 aprile;
  • Dalla C alla D, il 27 aprile:
  • Dalla E alla K, il 28 aprile;
  • Dalla L alla O, il 29 aprile;
  • Dalla P alla R, il 30 aprile;
  • Dalla S alla Z, il 1° maggio.

Queste date sono valide non solo per chi ritira l’assegno in contanti presso gli Uffici Postali, ma anche per i beneficiari, titolari di carta Posta Pay, carta libretto o banco posta.

Mentre, per quanto riguarda i pensionati che ricevono l’indennità su conto corrente bancario, dato che il 1° maggio è giorno festivo e il 2 maggio cade di domenica, il pagamento sarà effettuato lunedì 3 maggio. Le date, come detto poc’anzi, sono state annunciate in anticipo dalla Protezione Civile, il calendario ufficiale verrà poi esposto direttamente dagli uffici postali e dall’Istituto di Previdenza Sociale.

Ricordiamo che i pensionati over 75 che non possono delegare alcun parente per il ritiro, potranno ricevere, senza alcuna spesa, l’assegno previdenziale in contanti, direttamente a casa, facendo specifica richiesta.