Autore: B.A

Pensione

25
Mar

Pensioni: in via eccezionale, pagamenti pure in uffici postali diversi da quello abituale

Nuovo messaggio Inps, pagamenti delle pensioni anche in uffici diversi da quello abituale.

L’Inps ha deciso di cambiare il calendario del pagamento delle pensioni. Ormai da giorni, l’Istituto previdenziale ha deciso di anticipare di qualche giorno il pagamento dei ratei, sia per le prestazioni previdenziali che assistenziali.

Una misura straordinaria figlia dell’emergenza coronavirus, perché è un provvedimento che punta ad evitare gli assembramenti, spalmando gli incassi dei pensionati che potrebbero recarsi agli sportelli per prelevare la loro pensione.

Oggi l’Istituto ha emanato un nuovo messaggio con il quale, oltre a confermare il via dei pagamenti per la pensione di aprile già da domani, 26 marzo, sottolinea che, sempre in via eccezionale, si apre alla circolarità dei pagamenti.

Pensione anche in un ufficio postale diverso dal solito

Il messaggio dell’Inps è chiarificatore circa le novità in materia di incasso dei ratei. Come detto, per le pensioni di aprile, i pagamenti inizieranno già dal 26 marzo. La novità delle pensioni pagate in anticipo resterà in vigore anche per i prossimi due mesi. La pensione di maggio potrà essere incassata a partire dal 27 aprile e così la pensione di giugno già dal 26 maggio.

Con il messaggio n° 1364/2020 di oggi l’Inps annuncia anche un’altra importante novità. Sempre perseguendo la linea del contenimento degli spostamenti e del divieto di assembramento, fino a fine emergenza la propria pensione potrà essere incassata anche in un ufficio postale diverso da quello in cui ci si reca mensilmente.

Anche in virtù del fatto che molti uffici resteranno chiusi o apriranno a giorni alterni, questa è una importante novità. In pratica, si potrà scegliere l’ufficio postale più vicino alla propria residenza. Non sarà necessaria alcuna procedura straordinaria, domanda o istanza. Basterà presentarsi allo sportello con il proprio documento di identità e con il proprio tesserino sanitario.

Il nuovo calendario delle pensioni

Come dicevamo, in via eccezionale, si potrà incassare la pensione presso l’ufficio postale considerato più comodo. Novità che riguarda sia chi si vede accreditare l’assegno con il Postamat o con la Postepay Evolution, ma anche per chi ha mantenuto l’opzione del pagamento diretto allo sportello postale. Nel messaggio odierno l’Inps rimanda alle comunicazioni ufficiali di Poste Italiane il nuovo calendario dei pagamenti delle pensioni in ordine alfabetico.

Infatti a partire da domani, ogni giorno sono chiamati alla cassa i pensionati che hanno il cognome che inizia con una determinata lettera dell’alfabeto. Come già da qualche giorno comunicato, domani 26 marzo potranno prelevare la propria pensione i pensionati con il cognome che inizia con la lettera A o B.

Il giorno successivo, il 27 marzo, alla cassa possono andare i pensionati con lettera C e D. E si prosegue con le lettere che vanno dalle E alla K il giorno 28 marzo, dalla L alla O il 30 marzo, dalla P alla R il 31 e dalla S alla Z il 1° aprile.