Autore: Stefano Calicchio

Pensione

26
Feb 2020

Pensioni, il nuovo monito UE: in Italia nessun progresso sulla spesa

Dai tecnici dell’Unione Europea arriva un nuovo allarme rispetto alla tenuta del sistema previdenziale pubblico. Ecco le nuove critiche inserite all’interno del country report.

Dall’Unione europea arrivano nuove critiche rispetto alla gestione del sistema previdenziale pubblico da parte del governo. Questa volta le osservazioni sono state inserite all’interno del cosiddetto Country Report, che ha fatto il punto della situazione in merito alle richieste di intervento avanzate negli scorsi mesi.

Nel testo del dossier si legge che rispetto alle raccomandazioni suggerite in modo specifico per il nostro Paese non è stato registrato alcun progresso per la “riduzione della quota della spesa pensionistica e nella creazione di spazio per una nuova spesa sociale”. Oltre a ciò, critiche sono emerse anche per il mancato “sostegno della crescita”.

Si registrano invece sostanziali progressi nella lotta all’evasione, “anche attraverso l’estensione dell’uso obbligatorio dei pagamenti elettronici”. Misure che sono state introdotte di recente e che mirano in modo specifico a scoraggiare il ricorso al contante e quindi l’economia sommersa.

TI POTREBBE INTERESSARE: Riforma pensioni, Tridico (Inps): ‘bisogna superare l’età di pensionamento uguale per tutti’

Gli altri progressi registrati dalla Commissione Europea

Sempre all’interno dell’ultimo country report sono stati indicati anche altri passi in avanti positivi compiuti dal nostro Paese. Tra questi, “l’integrazione delle politiche attive del lavoro e di quelle sociali, gli investimenti sulla ricerca e sull’innovazione ed una maggiore efficienza della PA, oltre alla ristrutturazione dei bilanci bancari ed il miglioramento dei finanziamenti non bancari per le imprese piccole e innovative”.

Infine ulteriori progressi, seppur limitati, si sono registrati rispetto alla discesa della tassazione applicata al lavoro, alla lotta al sommerso ed al sostegno delle donne nello sviluppo della propria carriera, nonché nella riduzione dei procedimenti civili e nella lotta alla corruzione.

TI POTREBBE INTERESSARE: Pensioni e Pin Inps Dispositivo: ecco come richiederlo ed in quanto tempo si ottiene