Pensioni dicembre 2020: super pagamento con tredicesima e bonus sul conto corrente il prossimo 1/12

Pensioni dicembre 2020: super pagamento con tredicesima e bonus sul conto corrente il prossimo 1/12

Sulle pensioni di dicembre 2020 sono partiti i primi pagamenti anticipati per chi ha scelto di ritirare l’emolumento in contanti, ma il prossimo 1/12 arriverà il maxi accredito (con tredicesima ed eventuale bonus) per coloro che hanno l’accredito su conto bancario.

Sono partiti nella giornata di ieri 25 novembre 2020 i primi pagamenti anticipati delle pensioni in favore dei beneficiari di un assegno previdenziale Inps che hanno scelto di ritirare il proprio assegno in contanti. Una misura che è stata decisa dopo lo scoppio dell’epidemia da coronavirus al fine di contrastare il rischio di contagio e che con grande probabilità verrà confermata anche il prossimo mese (considerando l’estensione dello stato di emergenza al 31/01 del 2021).

Se ieri sono stati effettuati i pagamenti in contanti per i cognomi dalla lettera A alla lettera B, nella giornata di oggi verranno consegnati gli emolumenti per le lettere C e D, mentre domani 27 novembre si procederà dalla E alla K e sabato dalla L alla O. Infine lunedì 30 si effettueranno i pagamenti dalla P alla R e lunedì 1° dicembre dalla S alla Z. Ricordiamo in ogni caso che l’ordine appena evidenziato è da intendersi in senso generale ma potrebbe variare a livello locale in base alle singole esigenze organizzative, pertanto si consiglia sempre di verificare gli avvisi affissi presso il proprio ufficio postale di riferimento.

Pensioni e maxi pagamento di dicembre 2020 su conto corrente bancario

Stante il quadro appena evidenziato, facciamo quindi il punto della situazione in favore dei pensionati che hanno scelto di ricevere la pensione tramite accredito sul proprio conto corrente bancario. In tal senso, la data di riferimento per il pagamento di dicembre è fissata al prossimo 1/12. L’inizio del prossimo mese coincide infatti con il primo giorno bancabile.

Con il prossimo flusso si prospetta un super pagamento, perché oltre all’assegno ordinario previsto per il mese di dicembre verrà erogata anche la tredicesima mensilità, alla quale per alcuni pensionati si aggiungerà il cosiddetto bonus da 154,94 euro (in base alla specifica situazione reddituale).

La tredicesima mensilità spetta anche ai titolari di assegno sociale e vale sia per le prestazioni dirette (come nel caso delle pensioni di vecchiaia o anticipate) che indirette (cioè gli assegni ai superstiti o di reversibilità). Non spetta invece ai titolari di indennità (come nel caso dell’APE sociale) e di altri provvedimenti di welfare (si pensi alla pensione di cittadinanza).

Pensioni e super pagamento di dicembre 2020: come si calcola la tredicesima

La tredicesima mensilità viene calcolata dividendo l’importo annuale lordo della pensione per 12 (mensilità) e moltiplicando il risultato per numero di ratei ricevuti durante l’arco dell’anno. A livello pratico, bisogna però tenere in considerazione l’applicazione della tassazione. Quest’ultima potrebbe andare a ridurre l’importo netto rispetto ai ratei precedenti. Attualmente gli scaglioni prevedono l’applicazione di una trattenuta del 23% per i redditi inferiori a 15mila euro.

Si sale al 27% per gli importi compresi tra 15mila e 28mila, per arrivare al 38% fino a 75mila euro e al 43% oltre quest’ultima soglia. Sulla tredicesima mensilità della pensione viene quindi applicata l’aliquota dello scaglione finale di appartenenza. Per conoscere con precisione a quanto corrisponderà l’importo accreditato sul conto corrente il prossimo 1° dicembre è possibile scaricare il cedolino della pensione dalla propria area riservata del sito Inps. Nel documento sono evidenziate anche le trattenute e i conguagli dovuti all’applicazione delle imposte.